6 tips psicologici da usare su Instagram

Oggi su Digital flow parliamo di un argomento diverso dal solito… la psicologia del marketing.

Vedremo assieme 6 strategie psicologiche che potrai applicare subito al tuo profilo Instagram, per migliorare e far crescere la tua community.

Ricorda che non ci sono magie e trucchetti.

Ciò che leggerai è basato sui dati e sulla loro analisi scientifica.

Sei curioso?

Iniziamo!

Scrivi in modo semplice

Siamo felici quando riusciamo ad elaborare in modo semplice

Saprai benissimo che la caption di un post è importante quasi quanto l’immagine ed il contenuto della stessa.

E immagino conoscerai anche l’errore principale che commettono la maggior parte delle persone quando scrivono del copy per Instagram?

Come? Non lo sai?

La risposta è molto facile.

Essere troppo complessi!

Infatti, le persone percepiscono come meno intelligenti coloro che scrivono in maniera esageratamente complessa ed articolata.

Il problema nasce da un fenomeno chiamato processing fluency.

Come esseri umani, siamo felici quando riusciamo ad elaborare in maniera semplice e veloce un testo o un contenuto di qualsiasi tipo.

Così attribuiamo queste emozioni positive al contenuto stesso.

Quindi cosa devi fare per migliorare e rendere più fluida l’elaborazione?

Facile…

Devi semplificare il testo e renderlo facilmente comprensibile.

Su Instagram non devi essere Baricco, ma amico dei tuoi follower.

Crea un gruppo

Siamo naturalmente portati a sercirci parte di un gruppo

La community è l’unica cosa che permette davvero ad un profilo Instagram di crescere.

Scontato no?

Ma spesso non si riesce davvero a capire come si costruisce una community.

In questi casi, la psicologia ci viene in aiuto.

Gli esseri umani sono naturalmente portati a sentirsi parte di un gruppo (ingroup) con il quale condividono valori e simboli.

Se hai deciso di creare una community, devi lavorare su tutti gli aspetti che permettono alle persone di legarsi e costruire relazioni all’interno del gruppo.

In primo luogo, i gruppi hanno bisogno di un obiettivo fondativo.

Dopodichè, dovrai creare una gerarchia di valori in cui i tuoi utenti si ritrovano.

L’ultimo aspetto (ma non meno importante) è quello dei simboli di appartenenza al gruppo.

Avrai bisogno di tradurre questi simboli in qualcosa di concreto e tangibile.

Nel mondo offline potrai optare per merchandising, cancelleria, attestati.

Invece online?

Prova a creare filtri per le stories, sfondi per il cellulare, cornici per le immagini del profilo.

Insomma, crea un gruppo e dagli le armi per poter continuare a prosperare da solo!

Dai un nemico ai tuoi followers

Crea un nemico per i tuoi followers

Rispondi a questa domanda: chi è il tuo nemico?

Se non hai una risposta, c’è un problema.

In ogni film, libro, videogioco c’è bisogno del cattivo.

E’ lui che sorregge la storia.

Senza Joker, non potrebbe esistere Batman.

Quello che ti serve amico o amica mia, è un outgroup.

 

Prima abbiamo detto che gli esseri umani hanno la naturale tendenza ad unirsi a dei gruppi.

Da questo fenomeno deriva il fatto che siamo portati a difendere il nostro gruppo dagli esterni, da chi è fuori.

L’outgroup…

Il tuo nemico può anche essere qualcosa di astratto, come una categoria di persone o un lifestyle.

Ricorda che l’esistenza di un nemico comune rende i gruppi più uniti e solidi.

Lascia libertà

La percezione di libertà è fondamentale

L’errore più grande che puoi commettere è quello di pensare che l’essere persuasivi sia un’arma o un potere magico.

Ecco, non è così.

Possiamo portare le persone verso di noi solo se hanno un desiderio reale e sincero di avere a che fare con noi.

Il modo più semplice per farlo è quello di lasciare libertà.

Sai perchè?

Diversi studi sono giunti alla conclusione che l’impatto persuasivo di una richiesta è legato alla percezione di libertà.

Lasciando libertà agli utenti, permetti loro di sviluppare un desiderio genuino nei tuoi confronti.

Come applicare questa cosa ad Instagram?

Prova ad aggiungere un “se vuoi” alle tue CTA.

Poi fammi sapere come va eh!

La potenza delle abitudini nel marketing

Crea una routine

I gruppi hanno assoluto bisogno di routine.

Devi costruire delle basi su cui gli utenti possano appoggiarsi.

Se comunichi su Instagram, crea un appuntamento fisso per uno o più format.

Attenzione, però.

Devi assolutamente rispettare gli impegni che hai preso, perchè quando crei aspettativa, crei un’arma a doppio taglio.

Infatti, da un lato, verrai visto come un brand che si impegna e rispetta i propri follower.

Dall’altro, qualora non mantenessi la parola data, verrai visto come disorganizzato e bugiardo.

E sicuramente non è una cosa buona per te, non fare promesse che sai di non poter mantenere.

Comunica al “noi”

Comunica utilizzando la prima persona plurale

Vedo spesso community su Instagram, con un ottimo seguito ma pochissime interazioni.

Perché accade ciò?

Probabilmente gli utenti non si sentono parte di un gruppo.

Insomma, non percepiscono la nostra community come un ingroup.

Le parole che scegliamo di utilizzare sono importantissime per diventare un possibile ingroup per i nostri utenti.

Solo così si sentiranno accettati e contribuiranno alla crescita.

Un modo molto semplice è quello di utilizzare la prima persona plurale.

Perchè?

La comunicazione paritaria si basa sul “noi”.

“Noi” significa essere un gruppo, con gli stessi obiettivi e le stesse difficoltà.

Alcuni ricercatori hanno dimostrato l’impatto emozionale che un semplice pronome può avere nelle persone.

Un gruppo di persone venne esposto ad una lista di sillabe casuali e senza senso, dove a ciascuna di esse corrispondeva un pronome specifico.

I risultati dello studio mostrarono l’esistenza di una preferenza inconscia verso le sillabe associate ad un pronome di tipo ingroup (il “noi” quindi).

Quando viene utilizzata questa parola, si formano emozioni positive in chi legge o ascolta.

Questa positività verrà poi proiettata ed attribuita al contenuto, migliorando l’idea che la persona ha della nostra community.

Conclusione

Siamo giunti alla fine di questo articolo, spero vivamente che tu abbia trovato dei consigli utili ed applicabili sul tuo profilo Instagram.

Ricorda che tutti i tips che hai appena letto sono basati su ricerche e studi scientifici che, volendo, potrai approfondire.

Tieni ben in mente una cosa, però, non ci sono formule magiche per arrivare al successo o per far crescere la tua community.

L’unico modo che hai per farlo è quello di lavorare sodo, rispettando ogni singola persona che deciderà di entrare nella tua community.

Solo loro che rendono grande qualsiasi cosa.

Spero che questo articolo ti sia piaciuto e ti sia stato utile per comprendere alcune strategie psicologiche da usare su Instagram.

Se vuoi approfondire questi argomenti su MindFaq troverai numerose guide, riflessioni e strategie per imparare ad utilizzare la psicologia (quella vera) nella tua comunicazione.

Ricordati che se vuoi comprendere e sfruttare il digital marketing puoi seguire Digital flow su Instagram, dove pubblichiamo contenuti utili per chi vuole conoscere meglio questo mondo.

Ti consiglio inoltre di iscriverti alla newsletter, in questo modo riceverai un avviso ogni volta che uscirà un nuovo articolo sul blog e riceverai dei contenuti esclusivi, ovviamente a tema digital marketing.

In questo articolo abbiamo parlato di strategie psicologiche da usa sul tuo account Instagram e non solo, alla prossima e ricorda…

Comprendi e sfrutta il digital marketing. Oppure rimani succube del suo potere e accettane le conseguenze.

Alla prossima!

Leave a Reply

Guida Instagram "Profilo efficace"

É finalmente disponibile la nostra guida: