Inventare un business totalmente online in 5 step

“Praticamente a tutti viene in mente un’idea quando fanno la doccia. Ma chi esce dalla doccia, si asciuga e fa qualcosa a riguardo, fa la differenza.”. Esattamente con queste parole Nolan Bushnell, businessman americano, descrive la figura dell’imprenditore.

In questa guida vogliamo darti gli strumenti per uscire dalla doccia ed essere preparato/a a fare la differenza, a inventare e lanciare il tuo nuovo business totalmente online.

Iniziamo subito!

Formati

Il primo step per inventare un business online è forse anche quello più noioso: la formazione.

Si tratta tuttavia di un passaggio fondamentale di cui privarsi equivarrebbe a fallire facilmente.

Ma attenzione, non si intende necessariamente partecipare ad un master universitario da 15.000€. Ci sono molte altre risorse più economiche (se non gratuite) che ti possono preparare altrettanto correttamente.

Ti basta cercare su google “Libri per imprenditori”, “Libri per startupper” o “Libri di business” per trovare tutto quello che ti serve.

E gli aspetti fondamentali non sono tanto quelli tecnici ma più quelli strategici sul come lanciare e gestire un’azienda e un team. 

Per lanciare un business digitale infatti non è fondamentale saper fare contabilità (almeno all’inizio) ma piuttosto possedere la mentalità corretta. Quella che nonostante tutto e tutti, ti faccia riconoscere il valore della tua idea e ti sproni a portarla avanti.

Citando nuovamente Nolan Bushnell, a uscire dalla doccia e fare la differenza.

Trova un’idea di business digitale

Dopo la formazione, che in ogni caso non è one-shot (scoprirai infatti che inventare un business è una scuola costante), devi mettere vicino tutte le idee che hai e individuare quella più promettente.

In particolare in questa fase puoi anche aiutarti sbirciando all’estero, dove magari ci sono già startup o imprese che funzionano ma che in Italia non sono ancora arrivate. 

Potresti percorrere questa strada anche per analizzare cosa funziona in mercati simili e farti un’opinione concreta. 

L’obiettivo di questa fase non è quello di raccogliere dati qualitativi o quantitativi sulla tua nuova idea di business digitale, piuttosto di trovare l’idea giusta per effettuare i passi successivi, ovvero…

Valida la tua idea

Bene, ora hai trovato la tua idea digitale e sei pronto/a a trasformarla in un business online… o forse no?

Questa fase è forse la più delicata, perchè devi iniziare ad investire molto tempo e un po’ di denaro. Si tratta della validazione dell’idea, che in ogni caso ti permette di rischiare poco ora per non farlo molto di più dopo.

Non a caso, uno dei principali motivi per cui una startup fallisce è l’idea.

Validare un’idea di business quindi, significa quindi assicurarsi che essa funzioni e che abbia potenzialità di generare entrate e flussi di cassa sostenibili.

Dovrai quindi effettuare questionari, interviste, smoke test, analisi di mercato e di competitor. Tutto questo per individuare il tuo mercato, inteso come potenziali clienti. A questo proposito ti suggeriamo di leggere il nostro articolo sulla strategia oceano blu, tramite cui individuare mercati senza competizione e quindi più facili da conquistare.”

Lancia una prima versione del prodotto/servizio

Ora che hai validato la tua idea e sai che il tuo business digitale ha potenziale, non ti resta che lanciarlo sul mercato. Attenzione però, fallo in modo intelligente.

Non sei ancora sicuro al 100% che la tua soluzione sia davvero ciò di cui i clienti hanno bisogno, per ora sai solamente che il problema che vuoi risolvere esiste.

In questa fase devi perciò validare la soluzione, ma, come sempre, spendendo poco e impiegandoci poco tempo. Come? Semplice, partendo con poco.

Non è necessario che al tuo primo lancio sia già sul mercato con una web-app completa e con decine di funzionalità. L’importante è concentrarsi sulla tua Unique Value Proposition, ovvero il tuo obiettivo primario e sviluppare, almeno per ora, solo la funzionalità centrale del tuo business.

Così facendo avrai la possibilità di concentrarti e procedere a step, prima che sia troppo tardi.

Puoi quindi creare un Minimum Viable Product, una sorta di prototipo con il quale fare esperimenti e confermare le tue ipotesi. In questa fase però puoi iniziare già a fatturare e acquisire i primi clienti.

Testa, migliora o fai pivot

Lanciato il tuo MVP, stai raccogliendo i primi visitatori al tuo business online e puoi analizzare come interagiscono con esso.

La parte finale dell’inventare un business digitale è proprio quella di analisi delle attività che stai realizzando. In poche parole, l’MVP sta performando come ti aspettavi o non genera interesse?.

Se la risposta è positiva non ti resta che procedere con la fase di miglioramento e completamento del servizio. Lo puoi rendere più complesso e ricco di funzionalità, andando a coprire richieste aggiuntive che i tuoi clienti hanno dimostrato. In ogni caso sei sulla buona strada e procedi come hai fatto finora. Passo, passo e in ottica lean.

Nel caso in cui la risposta alla domanda fosse negativa, non ti resta che pivottare. Non sai cosa significa? Pivottare è un termine da startupper con il quale si indica un cambio di rotta, un dietrofront. 

L’idea o il business che si è inventato non funziona (perchè il problema non esiste realmente o perché la soluzione pensata non è adatta). In ogni caso la strada migliore è quella di riformulare tutte le ipotesi e raddrizzare la rotta prima che sia troppo tardi, i soldi finiti e il tempo perso.

Ora hai imparato ad inventare un buisness totalmente online e sei pronto a diventare un imprenditore digitale.

Ricorda solo il principio su cui si basa il viaggio di uno startupper: sperimentazione. Solo così potrai davvero lanciare un business scalabile e sostenibile nel tempo.

In bocca al lupo!

Leave a Reply

Guida in 7 punti sulla lead generation

Scarica gratuitamente la guida sui 7 punti fondamentali della lead generation.

Guida Instagram "Profilo efficace"

É finalmente disponibile la nostra guida: