Strategie marketing Apple, come abbatte le barriere all’acquisto

Su questo blog abbiamo già parlato approfonditamente di alcune strategie di marketing utilizzate da Apple.

Ma ce ne sta una di cui non abbiamo parlato e che invece è fondamentale, nonostante spesso non ci accorgiamo nemmeno che esista.

Si tratta di come Apple abbatte letteralmente ogni barriera all’acquisto dell’utente.

Le barriere all’acquisto

Ogni volta che dobbiamo acquistare qualcosa di nuovo, ci sono delle barriere che ci bloccano nel farlo, che ci mettono dubbi e ci portano a fare delle lunghe valutazioni prima di effettuare un acquisto.

Le barriere che ci fermano sono molte, ma potremmo sintetizzare le più importanti così:

  • Spendere dei soldi;
  • Rischio di essere insoddisfatti;
  • La paura del cambiamento;

Andiamo a vedere più nel dettaglio ognuno di questi tre punti.

Spendere dei soldi

Come esseri umani siamo caratterizzati dalla grandissima paura di perdere qualcosa, in questo caso spendendo dei soldi.

Per questo preferiamo pagare con la carta piuttosto che con il contante, perchè non vediamo effettivamente il denaro che stiamo perdendo come invece lo percepiremmo se pagassimo in contati, perdendo fisicamente qualcosa.

Apple ha come noto prezzi molto alti rispetto alla media di mercato, ma lo ha fatto diventare quasi un valore aggiunto, le persone che acquistano un iPhone (e che spesso non possono permetterselo e danno vita a rateizzazioni o finanziamenti infiniti) spendono volentieri quei soldi perchè sanno che stanno acquistano un prodotto premium che è molto più di un prodotto, è uno status quo.

Una volta entrati nel tunnel di Apple inoltre, l’azienda mette anche a disposizione altri strumenti per permettere alle persone di facilitare il processo di upgrade del proprio iPhone con quello appena uscito, ad esempio permettendo di dare indietro il proprio prodotto e ricevere uno sconto sull’acquisto del nuovo.

Rischio di essere insoddisfatti

Di conseguenza al punto precedente abbiamo paura che i soldi che abbiamo perso, comprando un nuovo telefono, non siano giustificati e il prodotto che otteniamo in cambio di quei soldi, non ci soddisfi come pensavamo.

Per questo spesso dopo un acquisto anche se non siamo soddisfatti pienamente ci rifugiamo nel principio psicologico di coerenza, per convincere noi stessi che i soldi di cui ci siamo privati siano stati ben spesi (se vuoi approfondire questo concetto ti consiglio di leggere questo articolo sui principi della persuasione).

Apple risolve questa barriera all’ingresso sia con la sua grandissima comunicazione che da sempre permette alle persone di percepire l’aspetto premium dei propri prodotti, ma anche grazie all’innovazione senza stravolgimenti.

Infatti ogni volta che viene lanciato un nuovo iPhone, questo presenta diverse innovazioni tecnologiche, ma mai uno stravolgimento netto del software o della qualità.

Un utente Apple sa che se uscirà un nuovo prodotto Apple, questo lo farà sentire a casa e al massimo gli darà un valore ancora più grande.

La paura del cambiamento

Questa è una delle più grandi paura che abbiamo come esseri umani in ogni singola cosa che facciamo.

Abbiamo paura del cambiamento perchè ci porta inevitabilmente a metterci in gioco, ad uscire dalla nostra comfort zone e non poter più fare affidamento su quello che conosciamo, su quelli che fino a quel momento abbiamo considerato i nostri capi saldi su cui pensare.

Per natura l’essere umano ha paura del cambiamento e adora la sicurezza. Nel momento in cui andiamo ad acquistare un nuovo prodotto, abbiamo paura di cambiare.

Immagina l’esempio dello smartphone. Abbiamo il nostro smartphone da un paio di anni e decidiamo che è il momento di cambiarlo.

Quello che ci spaventa ora, oltre alle barriere che ti ho descritto prima, è che dobbiamo acquistare un nuovo prodotto e spostare tutto quello che abbiamo sul nostro attuale smartphone.

Dobbiamo metterci lì a fare un backup, perdere tempo per creare delle copie di sicurezza di ogni singolo file che vogliamo tenere, con il grande dubbio di dimenticarci qualcosa.

E soprattutto, nella maggior parte dei casi questo non è nemmeno possibile.

Rischieremo di perdere intere informazioni e file come ad esempio le chat di Whatsapp, io messaggi, le foto o le credenziali di accesso a delle app, cronologia web e altro ancora.

Tutto questo risulta molto faticoso soltanto a leggerlo, figuriamoci a pensarlo e attuarlo.

Insomma, è una barriera enorme che si pone davanti al cliente nel momento in cui deve cambiare uno smartphone, meglio rimanere sul sicuro che rischiare di dover fare tutti questi passaggi e perdere qualche informazione a cui teniamo particolarmente.

Come abbatte questa barriera Apple? Veramente semplice.

Nel momento in cui hai un iPhone e decidi di fare un upgrade all ultimo modello, Apple ti permette di trasferire, semplicemente avvicinando il vecchio smartphone a quello nuovo in fase di impostazione, ogni singola cosa presente sul vecchio iPhone.

Ogni cosa, dalle chat, alla cronologia, alle foto, alla posizione delle app sullo schermo agli sfondi impostati, tutto verrà trasferito in appena una ventina di minuti dal vecchio al nuovo smartphone.

Senza dover selezionare nulla o fare particolari operazioni difficili.

Cambierà il telefono, ma quello che abbiamo all’interno no.

Incredibilmente potente.

Conclusioni

Spero che questo articolo ti sia piaciuto e ti sia stato utile per conoscere la strategia marketing di Apple per abbattere le barriere all’acquisto.

Ricordati che se vuoi comprendere e sfruttare il digital marketing puoi seguire Digital flow su Instagram, dove pubblichiamo contenuti utili per chi vuole conoscere meglio questo mondo.

Ti consiglio inoltre di iscriverti alla newsletter, in questo modo riceverai un avviso ogni volta che uscirà un nuovo articolo sul blog e riceverai dei contenuti esclusivi, ovviamente a tema digital marketing.

In questo articolo ti ho parlato della strategia marketing di Apple per abbattere le barriere all’acquisto, a presto e ricorda…
Comprendi e sfrutta il digital marketing.

Oppure rimani succube del suo potere e accettane le conseguenze.

Leave a Reply

Guida in 7 punti sulla lead generation

Scarica gratuitamente la guida sui 7 punti fondamentali della lead generation.

Guida Instagram "Profilo efficace"

É finalmente disponibile la nostra guida: