Velocizzare sito web, 7 consigli pratici

Ormai velocizzare un sito web è un aspetto fondamentale che non si può trascurare e che tutti dovrebbero saper fare nel mondo digital.

Negli ultimi anni infatti la velocità di un sito web, soprattutto su mobile, è diventata un fattore decisivo per migliorare il posizionamento sui motori di ricerca.

Se il tuo sito web è lento rischi di perdere visite e far scappare possibili clienti. Inoltre Google e gli altri motori di ricerca, dovendo fornire il miglior servizio possibile agli utenti, non proporranno mai siti che caricano male.

Ricordati che l’obiettivo dei colossi del web è e sarà sempre quello di fornire il servizio migliore possibile ai suoi utenti.

Negli ultimi anni c’è stata una serie di aggiornamenti che stanno rivoluzionando il modo di fare SEO.

Questi cambiamenti sono necessari in quanto i comportamenti delle persone mutano continuamente. Abbiamo assistito, per esempio, ad un aumento delle ricerche da dispositivi mobili rispetto a quelle da desktop, a cui è seguito il Mobile first index, un algoritmo che favorisce i siti ottimizzati per i dispositivi mobili.

Nel Luglio del 2018, invece, è arrivato lo Speed update, un aggiornamento dell’algoritmo che inserisce la velocità di un sito fra i fattori di posizionamento nella SERP, sempre con particolare attenzione per i dispositivi mobili.

Quindi, se ti stai chiedendo come velocizzare il tuo sito web, ecco per te 7 consigli pratici che puoi applicare da subito:

1) Scelta dell’hosting

Si parte dall’hosting perché è la prima cosa che si sceglie per creare un sito web.

È chiaro che un sito performante deve avere un server performante per essere veloce, altrimenti tutti gli accorgimenti per ottimizzarlo saranno vani.

Esistono tantissime offerte interessanti di web hosting, ad un prezzo molto conveniente, inclusa assistenza per alcuni.

Personalmente consiglio di affidarsi a  hosting veloce e con un’ottima assistenza.

2) Aspetto e struttura del sito

Bisogna fare attenzione all’aspetto e alla struttura del sito, la cui finalità è far seguire all’utente un percorso fra le pagine, dalle quali attingere le informazioni che cerca oppure compiere una specifica azione (vd. E-commerce).

L’esperienza dell’utente all’interno del sito web deve essere quanto più lineare, fluida e piacevole possibile.

È inutile riempire le pagine con elementi che distraggono da questo percorso; il design deve essere coerente con la ricerca dell’utente.

Evitando il superfluo, le pagine saranno più leggere e la velocità del sito non ne risentirà.

La scelta del tema è altrettanto importante: il tema, come l’hosting, deve essere performante e soprattutto ottimizzato per i dispositivi mobili.

Potete confrontare le performance de vari temi rifacendovi alle recensioni e ai giudizi che trovate all’interno dei CMS stessi.

Non abbiate paura di provare: in caso di incompatibilità potete sempre cambiare.

In generale è sconsigliato l’utilizzo di temi gratuiti, generalmente non sono ottimizzati, in questo caso vale la pena investire in un tema a pagamento.

3) Gestione plugin

L’utilizzo di molti plugin tende ad appesantire un sito. Ma non per questo non vanno usati.

Anzi, soprattutto per chi lavora con i CMS come WordPress o altri, l’utilizzo di questi software è utilissimo.

L’importante è saperli gestire in maniera corretta. Cosa vuol dire?

Significa scaricare solo i plugin necessari ed eliminare definitivamente quelli che non usiamo. Per evitare di utilizzare i plugin potreste pensare di lavorare direttamente sul codice per modificare piccole cose. Ma se non avete le giuste competenze vi suggerisco di optare per il plugin.

NB. Se disinstallate un plugin fate attenzione a rimuoverlo definitivamente! Non lasciatelo lì inattivo. Potrebbe essere un punto di accesso per eventuali hacker, oltre che rallentare il sito.

4) Immagini e video

Le immagini non ottimizzate sono sempre un problema per la velocità di caricamento di una pagina web. Per questo fate molta attenzione quando caricate dei file multimediali.

È sempre necessario ottimizzare la dimensione con un buon compromesso fra grandezza e qualità. Esistono diversi programmi, siti online e plugin che svolgono questa operazione automaticamente.

Posso suggerirvi un’estensione di Google Chrome che si chiama “Page ruler”: avviandola potrete verificare lo spazio in pixel che occupa una foto all’interno di una pagina web.

Per quanto riguarda i video, personalmente sconsiglio di caricarli direttamente sul sito se non avete un server potente. È preferibile richiamarli con un collegamento direttamente da Youtube o Vimeo.

5) Ottimizzare il CSS e la cache

Il CSS è il linguaggio di formattazione che serve per gestire il layout di un sito web. Ogni volta che si crea un elemento nuovo o si modifica qualche parte del sito, vengono generati dei dati che appesantiscono la pagina.

Di conseguenza il caricamento diventa sempre più lungo. Ridurre al minimo questi elementi, dunque, migliorerà sicuramente la velocità del sito.Ma come si fa?

Spostando l’archiviazione di questi dati nella cache del browser attraverso un plugin specifico.

6) Ridurre i redirect

I redirect consistono in un caricamento automatico di una pagina al posto di un’altra. Il più famoso è il redirect301.

Far migrare un utente da una pagina all’altra non rende di certo l’esperienza entusiasmante, soprattutto se le performance del sito sono già pessime.

Tra l’altro, come è facile immaginare, una pagina che deve migrare verso un’altra impiegherà più tempo per aprirsi.

7) Protocollo http2

Come ultimo, per i più esperti, consigliamo l’utilizzo del protocollo HTTP2, una nuova versione del protocollo HTTP che, nella maggior parte dei casi, avendo ottimizzato al meglio tutti gli elementi del sito, riduce i tempi di caricamento addirittura del 50%.

Conclusioni

Questi sono 7 consigli pratici per migliorare la velocità del tuo sito web, che puoi già applicare sul tuo sito.
Se non hai ancora creato il tuo spazio web ti ricordo di iniziare con la scelta di un buon hosting.

Prima di impostare graficamente le pagine ti consiglio di definire chiaramente gli obiettivi che gli vuoi attribuire e costruirne la struttura e l’aspetto in base ad essi.

Questa premessa ti consentirà di evitare gli elementi superflui che potrebbero rallentare il caricamento della pagina e consentiranno al tuo sito di essere ottimizzato meglio lato SEO.

Spero che questo articolo ti sia piaciuto e ti sia stato utile a capire meglio come velocizzare un sito web.

Ricordati che se vuoi comprendere e sfruttare il digital marketing puoi seguire Digital flow su Instagram, dove pubblico contenuti utili per chi vuole conoscere meglio questo mondo.

Ti consiglio inoltre di iscriverti alla newsletter, in questo modo riceverai un avviso ogni volta che uscirà un nuovo articolo sul blog e riceverai dei contenuti esclusivi, ovviamente a tema digital marketing.

In questo articolo abbiamo visto 7 consigli pratici per velocizzare un sito web, alla prossima e ricorda…

Comprendi e sfrutta il digital marketing. Oppure rimani succube del suo potere e accettane le conseguenze.

Leave a Reply

Guida Instagram "Profilo efficace"

É finalmente disponibile la nostra guida: