American Express: 3 strategie di marketing da cui imparare

marketing american express

American Express, La famosa società statunitense che opera nei servizi finanziari e di viaggio, ha adottato nel corso del tempo diverse strategie di content marketing che possono essere definite vincenti.

Vediamo assieme da che cosa è caratterizzato questo enorme successo.

Content marketing American Express

Negli anni, il Content Marketing è diventata la tecnica più utilizzata nelle strategie aziendali. Il suo successo deriva dall’offerta di contenuti rilevanti e utili per un pubblico di potenziali clienti.

American Express ha lanciato, a partire dal 2007, Open Forum, una piattaforma online che facilita la discussione e il confronto tra i proprietari di piccole e medie imprese; esso offre ulteriormente idee utili alla crescita delle attività. I contenuti offerti ruotano attorno ad argomenti come marketing, innovazione e leadership.

Il forum condivide post di blog creati da collaboratori e curati da editori di American Express. Prima tra tutti vi è sicuramente un’idea di content marketing che va oltre il prodotto o il servizio offerto, rendendo l’esperienza complessiva ancora più ricca; si è visto come Amex riceva un maggior numero di richieste di nuove carte di credito da questa piattaforma.

L’iniziativa di marketing ha permesso all’azienda di espandersi in un mercato che non era ancora stato sfruttato, accrescendo la propria base di clienti. Lo sviluppo della piattaforma ha seguito un percorso di valutazione dell’audience e analisi dei dati, concentrando le risorse nel sostegno degli imprenditori e delle loro attività, con lo scopo di apportare successo.

Referral Marketing American Express

Referral Marketing consiste nell’invitare i clienti a consigliare la propria attività o i propri prodotti a familiari, amici e colleghi.

I programmi di questo ramo del marketing rientrano in una di queste categorie:

  • Ricompensa referente: indirizzamento di un amico verso l’attività per ottenere un credito sul prossimo ordine.
  • Ricompensa nuovo cliente: presentare un amico per ricevere uno sconto sul primo ordine.
  • Doppio premio: Condividere un buono con un amico per ricevere un credito sul prossimo ordine.

 

Si tratta di una situazione nella quale tutti hanno qualcosa da guadagnare. Nel caso di American Express, attraverso la promozione Presenta un Amico Business, non appena verrà creato un codice personale sulla pagina dedicata condividendolo con gli amici, e se questi richiederanno una delle Carte Business American Express usando il codice, entrambi riceveranno dei premi.

Ma come posso monitorare il Referral Marketing? Esso si basa sull’inserimento, da parte del nuovo cliente, di un codice fornito da un amico e che consente all’azienda di sapere da dove proviene il referral. Se si sta offrendo un premio al referente, bisognerà generare un codice univoco per ogni cliente, se invece si offre un incentivo solo al nuovo cliente, si potrà generare unicamente un codice generico.

Per vedere se la campagna si sta svolgendo in modo corretto, innanzitutto bisogna garantirsi che i clienti sappiano che la campagna esiste e che vi possono partecipare. Prima di lanciarla è quindi fondamentale progettarla correttamente e testarla in modo approfondito, il tutto per assicurarsi che il procedimento non presenti ostacoli.

Cause Related Marketing American Express

Un altro tipo di strategia di marketing attuata da Amex è il Cause Related Marketing (CRM). Esso nasce dalla partnership tra un’azienda orientata al profitto e un’organizzazione no profit; ha lo scopo di promuovere un’immagine, un prodotto o un servizio, con entrambe le parti che traggono dei vantaggi.

La prima campagna risale al 1983, con al centro American Express che si è trovata a finanziare il restauro della Statua della Libertà: il progetto prevedeva la donazione di un penny per ogni transazione effettuata tramite carta di credito e un dollaro per ogni nuova carta di credito emessa.

In Italia, la prima campagna CRM fu quella di Procter&Gamble che scelse Dash come prodotto da legare alle iniziative sociali, poiché considerato molto diffuso e che godeva della fiducia delle famiglie italiane: ecco che nasce Dash Missione Bontà.

Uno dei casi più recenti è stato quello di Lacoste, intenta a sostenere la causa della salvaguardia degli animali in via di estinzione. Il brand ha infatti creato diverse polo in cui il coccodrillo iconico è

Uno dei casi più recenti è stato quello di Lacoste, intenta a sostenere la causa della salvaguardia degli animali in via di estinzione. Il brand ha infatti creato diverse polo in cui il coccodrillo iconico è sostituito da altri animali in via di estinzione. Il ricavato delle vendite è conferito all’ente IUCN, impegnato nella tutela dei suddetti animali.

Da questo tipo di marketing, come per il referral, tutti hanno qualcosa da guadagnarci: le organizzazioni no profit possono contare su un ritorno a livello di reputazione e immagine. l’azienda a scopo di lucro, invece, migliora nel breve, medio e lungo periodo i propri risultati economici, in quanto il consumatore si dimostra sempre più attento a valori etici e sociali.

Conclusioni

Abbiamo visto come American Express abbia dalla sua molteplici strategie di marketing vincenti, che puntano proprio sul beneficio di entrambe le parti. Le diverse modalità hanno fatto sì che lo sviluppo dell’azienda fosse costante, dando vantaggi a quegli utenti e organizzazioni che decidevano di affidarsi al marchio, in cambio sempre di un riscontro a livello di notorietà.

Condividi l'articolo

Iscriviti alla Newsletter

Se vuoi ricevere aggiornamenti sul mondo di Digital flow e affini, iscriviti alla newsletter.

Niente spam, lo odiamo quanto te. 

Articoli correlati

Vuoi scoprire tutti i nostri articoli?

Guida Instagram "Profilo efficace"

É finalmente disponibile la nostra guida: