Che cos’è il Link Building

Tutti noi, ormai utilizzatori provetti del web, sappiamo di cosa si parla quando si prende in disamina il concetto di link. Ma di cosa parliamo quando subentra il concetto di Link Building?

In questa analisi proveremo a dargli una forma a 360° gradi, da cos’è a come usufruirne per una strategia SEO ottimale.

Link building: definizione

Il web è costituito da link, ossia collegamenti tra le varie risorse. Essi sono ciò che permette agli utenti di navigare tra un sito e l’altro attraverso percorsi diretti.

Secondo un concetto concreto, il link building non è altro che una rete di collegamenti tra i suddetti siti. Lo scopo principale di questa strategia è quello di migliorare il posizionamento della propria pagina dei risultati visualizzata dagli utenti dopo una ricerca effettuata su Google.

Tutto ciò porta ad ottenere maggiore traffico in entrata sul sito e migliore opportunità di conversione; è importante essere nella prima pagina risultati in quanto difficilmente gli utenti prenderanno in considerazione la seconda pagina e via dicendo.

In poche parole, Google è in grado di scoprire come e in che modo le pagine web sono collegate fra loro, valutando la qualità e la quantità dei link all’interno dei parametri in uso.

Come fare link building?

La link building è un’attività SEO principalmente tecnica. In definitiva si identifica l’attività strategica tesa ad accrescere il numero di link in ingresso verso un sito, al fine di guadagnare una maggiore autorevolezza nei confronti del motore di ricerca in uso.

Google ha la capacità di valutare la provenienza e la pertinenza dei link; ciò determina il posizionamento finale del sito.

Nonostante la link building non sia l’unica carta a nostra disposizione per aumentare la visibilità sui motori di ricerca, un sito senza link interni/esterni risulta come se fosse invisibile per Google.

Avendoli appena citati, specifichiamo che i link esterni sono importanti per fornire all’utente risorse utili per l’approfondimento di una tematica e vanno aggiunto con grande attenzione, in quanto devono risultare coerenti con gli argomentati affrontati nel nostro sito.

I siti interni, invece, sono collegamenti che puntano a rimandarci ad altri argomenti all’interno del nostro sito web.

Ripetiamo, la link building è un’ottima strategia in ambito SEO in quanto permette di generare traffico e rendere visibili il proprio operato. La tattica fondamentale è produrre contenuti soddisfacenti offrendo un servizio di qualità e rivolgendosi, in particolar modo, ad una nicchia di mercato; più si è generici, più si dovrà competere.

 

Quali sono le strategie per una buona link building?

  • Produzione di contenuti anche su piattaforme di terzi con una buona reputazione. Meglio pochi link affidabili piuttosto che tanti e di scarsa qualità;
  • Sfruttamento della propria rete di conoscenze per farsi condividere.;
  • Se decidi di farti linkare da diversi siti, valutare il ranking della pagina a cui ci si vuole affidare. L’autorevolezza e l’anzianità sono fondamentali;
  • Partecipazione attiva a gruppi social del proprio settore. Crearsi opportunità di inserire link al proprio sito è importante, potrà generarsi interesse nei confronti dei propri contenuti portando traffico al sito.

 

Quali sono gli strumenti SEO?

Si può fare link building in molteplici modi, una strategia interessante risulta essere quella di realizzare articoli ottimizzati per una keyword specifica, rappresentante un possibile approfondimento rispetto al tema centrale del pezzo. Utile è anche l’utilizzo di forum a tema sugli argomenti trattati nel sito o ai prodotti venduti sull’ eCommerce, il tutto per essere linkato al momento che più si ritiene giusto.

Altri accorgimenti che possono risultare utili sono:

  • Troppi link in un unico contenuto non è una mossa intelligente; l’abbondanza degli stessi vanificherà l’efficacia del nostro;
  • I nostri link devono essere posti prima di altri, o almeno fare in modo che nella maggior parte dei casi sia così;
  • Utilizzo di sinonimi delle keyword per creare anchor text a cui legare il link;
  • Utilizzo di immagini autorevoli a cui agganciare i link;
  • Le nostre immagini originali utilizzate da altri siti possono essere una fonte di link alla nostra pagina.

 

Tool per fare link building

Alcuni strumenti utili al fine di progettare link building, gratuiti e a pagamento, sono:

  • DomainTools utile ad individuare l’anzianità di un sito;
  • SimilarWeb utile per analizzare keywords e vedere cosa fa la concorrenza;
  • SeoZoom per capire se riceviamo backlink da siti che sono stati penalizzati o che comunque causerebbero un danno alla nostra reputazione;
  • Open Site Explorer che consente di trovare opportunità di link building e scovare link danneggiati. Dispone di ulteriori funzioni che però sono accessibili attraverso la sottoscrizione ad un abbonamento.

 

Conclusioni

Familiarizzare e successivamente riuscire a padroneggiare l’arte del link building risulta essere fondamentale per il posizionamento del proprio sito web. Essa è un’arte e la parte di lavoro più complesso all’interno del mondo SEO, poiché bisogna creare una strategia che richiede un certo grado di fantasia e intuizione, così come un alto livello di competenze.

Leave a Reply

"Orientarsi nel digitale" ora disponibile!

La guida che ti mostra come trovare la tua strada ed entrare nel mondo professionale digitale

Guida Instagram "Profilo efficace"

É finalmente disponibile la nostra guida: