Come è fatto un sito web, spiegato in modo semplice

In questo articolo andremo a vedre come è fatto un sito web, spiegato in modo semplice

Ormai i siti web sono da tanti anni entrati nella nostra vita quotidiana, ma, nonostante questo, non tutti sanno come è fatto un sito web.

Un po’ perché la maggior parte delle persone, semplicemente, ne usufruisce e, di certo, non gli serve sapere come sono strutturati.

Ritengo, però, che anche se non si è un web-designer e si lavora nel campo del digital possa essere importante avere una panoramica su come è fatto un sito web.

Questo è quello che cercherò di fare, in modo, come sempre, in modo estremamente semplificato.

Bene, iniziamo!

Quali elementi compongono un sito web

Chiaramente, un sito web è una struttura composta da veramente tanti elementi e se volessimo andare nel tecnico avremmo veramente molto da dire e da approfondire.

Ma questo non è lo scopo di questo articolo, che ha, anzi, l’obiettivo di spiegarti come è fatto un sito web, in modo semplice.

Un sito web, semplificando, è composto da:

  • Hosting;
  • Dominio;
  • Codice di programmazione;
  • CMS (opzionale).

Cosa vogliono dire tutti questi elementi?

Tranquillo, ora te lo spiegherò, ma per farlo voglio utilizzare una metafora.

Immagina che il sito web sia una casa…

Hosting

L’hosting è lo spazio fisico che noi acquistiamo sul web, in cui collocare il nostro sito web.

Nella metafora della casa, l’hosting equivale al terreno su cui andremo ad edificare la casa.

Senza terreno, non possiamo costruire la casa e, quindi, il sito web.

Se sei alla ricerca del miglior hosting sul mercato, ti consigliamo di provare Siteground, che noi utilizziamo per il sito di Digital flow e di tutti i nostri clienti.

Dominio

Il dominio è il testo che dobbiamo digitare all’interno del browser per raggiungere la homepage del sito web.

Nel nostro caso equivale quindi a “digitalflow.it”.

Il dominio è unico, può esistere soltanto un dominio al mondo come il nostro ed è possibile crearne in diverse declinazioni (.com, .eu, .org, ecc.).

Tornando alla metafora, il dominio è l’indirizzo in cui è situato il terreno che abbiamo acquistato e indicherà al browser come raggiungere la casa (il sito) e dove è collocato rispetto al mondo (il web).

Codice di programmazione

Abbiamo il nostro terreno e un indirizzo per la nostra casa, quello che ci serve adesso è…

Costruire la casa!

Abbiamo due alternative per farlo:

la prima alternativa è quello di fare tutto da soli, disegnare la strutturara delle casa, comprare i materiali e iniziare a lavorare per costruirla.

Questo è un po’ quello che si fa se si decide di scrivere da zero il codice di programmazione di un sito web.

Il codice di programmazione non è altro che un’indicazione che noi diamo ai browser su come è fatto il nostro sito web, quante pagine ci sono, come sono fatte esteticamente, i colori, cosa succede se si clicca su un determinato elemento ecc.

Tutto quello che fisicamente vediamo di un sito web , è in realtà un codice (ovvero una serie di parole in un linguaggio particolare, come se fosse una lingua specifica) che viene poi letto dai browser (Chrome, Safari, Firefox ecc.) e ci viene tradotto nel sito web che vediamo.

CMS

Lo so, il punto precedente può averti messo un po’ di paura, ma c’è un’alternativa come ti anticipavo prima.

Non è da tutti, infatti, disegnare e realizzare una casa interamente da soli, no?

Lo si può fare, ma, probabilmente, soltanto se lo si fa già di mestiere.

Stessa cosa per i siti web e per il linguaggio di programmazione.

Se non li si conosce?

In questo caso, vengono in nostro aiuto i CMS (Content Management System).

Il più famoso, lo avrai sentito sicuramente nominare, è WordPress.

Quello che fa WordPress è permettere a chiunque di realizzare un sito web senza conoscerne il codice di programmazione.

Questo non vuol dire che sia un processo automatico, ma che sia fattibile farlo tramite delle interfacce semplici e visive che non richiedono conoscenza da programmatore.

Potremmo dire che, all’interno della nostra metafora della casa, WordPress è la ditta di costruzioni che segue le tue indicazioni per costruire la casa, ma lo fa poi in prima persona.

Insomma, in questo articolo ho cercato di darti una panoramica di come è fatto un sito web, spiegandoti la struttura in modo semplice e diretto, cosa che solitamente non viene fatta.

Spero possa esserti utile.

Se questo articolo dovesse farti venire voglia di mettere in piedi il tuo sito web, ti rimando anche a questo articolo, in cui ho parlato dei migliori strumenti per creare un sito web professionale.

Conclusioni

Spero che questo articolo ti sia piaciuto e ti sia stato utile .

Ricordati che se vuoi comprendere e sfruttare il digital marketing puoi seguire Digital flow su Instagram, dove pubblichiamo contenuti utili per chi vuole conoscere meglio questo mondo.

Ti consiglio inoltre di iscriverti alla newsletter, in questo modo riceverai un avviso ogni volta che uscirà un nuovo articolo sul blog e riceverai dei contenuti esclusivi, ovviamente a tema digital marketing.

A presto e ricorda…

Comprendi e sfrutta il digital marketing.

Oppure rimani succube del suo potere e accettane le conseguenze.

Condividi l'articolo

Iscriviti alla Newsletter

Se vuoi ricevere aggiornamenti sul mondo di Digital flow e affini, iscriviti alla newsletter.

Niente spam, lo odiamo quanto te. 

Articoli correlati

Vuoi scoprire tutti i nostri articoli?

Guida Instagram "Profilo efficace"

É finalmente disponibile la nostra guida: