Cos’è l’image recognition e come viene sfruttata nel marketing

In questo articolo andremo a vedere cos'è l'image recognition e come viene sfruttata nel marketing

Non hai mai sentito parlare di image recognition?

Non ti preoccupare, in effetti è un concetto ancora poco noto in Italia.

Ma ti semplifico subito il tutto…

In questo articolo cercherò di spiegarti in modo semplice cos’è e come viene sfruttata nel marketing.

Buona lettura!

Cos’è l’image recognition

Ad oggi, l’intelligenza artificiale riesce, attraverso le reti neurali evolute, a riconoscere le immagini.

L’evoluzione delle reti neurali sta, infatti, tendendo a un livello tale da riuscire a simulare il comportamento cognitivo del cervello umano nei confronti della vista, rendendo la image recognition (quindi, l’individuazione e il riconoscimento delle immagini) un processo molto simile a quello umano.

Esperimenti sul cervello hanno, infatti, dimostrato che la corteccia visiva primaria è composta da un insieme di strutture neuronali semplici e che è proprio utilizzando tali strutture che si attiva la vista.

Insomma, la recognition è quella parte dell’intelligenza artificiale che si occupa di analizzare le immagini, per estrapolarne dei dati che saranno poi elaborati.

Si trasforma così un qualcosa di visivo come una foto, in numeri, dati, della informazioni che possono essere utilizzate per operazioni di marketing.

L’importanza dei dati

Ancora una volta, abbiamo testimonianza dell’enorme importanza che i dati ricoprono nella nostra vita.

Nel caso dell’image recognition i dati vengono estrapolati da immagini ed elaborati per arrivare a delle conclusioni di marketing.

I dati sono decisamente la materia prima di maggior valore della nostra epoca.

Come viene sfruttata l’image recognition nel marketing

Ad oggi, l’image recognition viene utilizzata soltanto dalle grandissime aziende, essendo ancora una pratica poco diffusa, molto avanzata e, di conseguenza, costosa.

Sono tantissime le strategie e le modalità in cui l’image recognition può essere sfruttata nel marketing.

Ad esempio, per individuare facilmente il proprio cliente tipo.

Immagina dei grandi negozi, dei magazzini enormi stile Walmart.

Un sistema come quello dell’image recognition permetterebbe di capire facilmente se la propria clientela è in maggioranza di sesso maschile o femminile, in modo da indirizzare le proprie campagne marketing.

Questa tecnologia può essere utilizzata poi anche per ascoltare i social e capire quali sono i desideri delle persone, cosa vogliono e cosa preferiscono.

Insomma, le applicazioni sono veramente molte, il limite è la fantasia.

L’image recognition viene utilizzata in molteplici altri settori al di fuori del marketing, come ad esempio:

  • Logistica (per controllo merce);
  • Sicurezza;
  • Sanità.

Sono sicuro che nei prossimi anni questa tecnologia verrà sempre più diffusa e diventerà presto alla portata di molti più brand.

Gli algoritmi dei social network

Questa tipologia di intelligenza artificiale, capace di determinare il contenuto delle immagini, non è a unico appannaggio della image recognition.

La medesima tecnologia, infatti, viene utilizzata dagli algoritmi dei social network.

Facebook, infatti, sa esattamente cosa contiene una foto quando la posti.

Se pubblichi una foto mentre sei in montagna, con la tua ragazza e il tuo cane, Facebook riuscirà ad individuare tutti e tre questi elementi.

Per cosa utilizza Facebook questi dati?

Ovviamente per mostrarci delle inserzioni quanto più profilate possibili…

Non ci credi, vero?

Beh, ti voglio dare una dimostrazione pratica…

Vai su Facebook da un pc fisso o laptop e accedi con Chrome.
Appena troverai una foto sulla tua bacheca clicca con il tasto destro del mouse e seleziona “ispeziona” o “analizza”.

Ti si aprirà una finestra che contiene il codice di programmazione di cui è composta la pagina web (Facebook).

Qui potrai vedere, tra i mille codici, un testo tra virgolette.

Nel caso della foto di esempio che ti ho riportato sopra è il seguente: “L’immagine può contenere: 1 persona, tabella, cibo e spazio chiuso”.

Pazzesco vero?

In modo totalmente autonomo e senza che nessuno glielo dicesse, Facebook è stato in grado di capire che la foto è stata scatta all’interno di un locale chiuso, che c’è almeno una persona, del cibo e addirittura una tabella (il menù).

Questo è quello che fa Facebook ogni istante su milioni di foto.

Conclusioni

Spero che questo articolo ti sia piaciuto e ti sia stato utile per capire cos’è l’image recognition.

Ricordati che se vuoi comprendere e sfruttare il digital marketing puoi seguire Digital flow su Instagram, dove pubblichiamo contenuti utili per chi vuole conoscere meglio questo mondo.

Ti consiglio inoltre di iscriverti alla newsletter, in questo modo riceverai un avviso ogni volta che uscirà un nuovo articolo sul blog e riceverai dei contenuti esclusivi, ovviamente a tema digital marketing.

In questo articolo ti ho parlato di capire cos’è l’image recognition, a presto e ricorda…

Comprendi e sfrutta il digital marketing.

Oppure rimani succube del suo potere e accettane le conseguenze.

Condividi l'articolo

Iscriviti alla Newsletter

Se vuoi ricevere aggiornamenti sul mondo di Digital flow e affini, iscriviti alla newsletter.

Niente spam, lo odiamo quanto te. 

Articoli correlati

Vuoi scoprire tutti i nostri articoli?

Guida Instagram "Profilo efficace"

É finalmente disponibile la nostra guida: