Quanti followers servono per diventare influencer su Instagram?

In questo articolo andremo a vedere quanti followers servono per diventare un influencer su Instagram

Ormai la figura dell’influencer è entrata con “prepotenza” nell’immaginario collettivo.

E non soltanto in quello delle nuove generazione…

Anche le persone più adulte, infatti, hanno ormai consapevolezza di questa figura, seppure, magari, ne hanno una percezione diversa rispetto ai giovani.

Ma chi è veramente un influencer?

Ma soprattutto:

Come si diventa infuencer su Instagram?

Quanti follower servono per diventare influencer su Instagram?

Queste sono tutte domande che molti si pongono, aspirando a diventare influencer, questa figura tanto ambita, amata e spesso troppo idolatrata senza una vera consapevolezza del significato.

Proprio per fare il punto e dare la mia visione delle cose, che ho realizzato questo articolo.

I followers non servono a nulla

Partiamo da un presupposto:

i follower non servono a nulla.

Se segui Digital flow già da un po’, saprai sicuramente dove voglio andare a parare, perché questo è un tema che mi sta molto a cuore e di cui ho parlato più volte sui nostri canali.

L’obiettivo di chiunque utilizza i social non dovrebbe essere mai quello di “ottenere follower”, di vedere crescere quel contatore magico e così attraente che è presente sui nostri profili.

Quello è soltanto un numero.

Ma noi non vogliamo aumentare quel numero, noi vogliamo raggiungere delle persone e stringere una relazione con loro.

Vogliamo raggiungere delle vere persone e non dei semplici numeri.

Prendere consapevolezza di questo punto è un elemento imprescindibile per un utilizzo efficace, consapevole e funzionale di qualsiasi canale social.

Per questo dico che i follower non servono a nulla.

Non ci servono numeri, ma persone reali. 

L’importanza della community

Persone reali con cui stringere un legame, creare una relazione attraverso i nostri contenuti di valore.

Creare una communty.

Questo è l’aspetto fondamentale, l’unico vero obiettivo a cui dovrebbe puntare chiunque si appresti a comunicare sui social.

Perché una volta che hai costruito una community coinvolta, in target e interessata a ciò che hai da dire, tutto viene di conseguenza.

Non dovrai sforzarti di farti ascoltare o far apprezzare ciò che hai da dire.

Tranquillo, ora arrivo al punto.

Proprio dopo aver costruito una community, reale, coinvolta e in target, entra in gioco il concetto chiave che caratterizza la figura dell’influencer e, in generale, l’influencer marketing.

Il concetto di influenza

Sto parlando proprio del concetto di influenza, che dà il nome alla figura dell’influencer in quanto tale.

Non spenderò parole a specificare ulteriormente quello che spero tu già sappia, ovvero che quello che ti sto per dire deve essere inquadrato in un contesto morale ed etico.

Avere influenza sulle persone è una cosa estremamente difficile e potente.

Qualcosa a cui i grandi leader aspirano da sempre, da molto prima che nascesse internet o i social network.

Se hai influenza sulle persone, hai “potere”.

Questa è sempre stata l’equazione, semplicemente perché le persone muovono il mondo, ma nessuna persona da sola può farlo, se non è capace di influenzare, ispirare o guidare altre persone.

Torniamo però al tema centrale di questo articolo.

Nel momento in cui hai una community, ovvero un gruppo di persone in target, interessate a ciò che hai da dire e che si fidano di te, hai influenza, perché hai la loro fiducia.

Facciamo un esempio

Facciamo un esempio pratico per chiarire il concetto, che, se stai leggendo questo articolo, sicuramente conosci.

Il nostro.

Non ci piace definirci influencer, ma segui il nostro ragionamento.

Abbiamo iniziato pubblicando dei contenuti su Instagram, contenuti formativi gratuiti su tematiche legate al digital marketing.

Questi contenuti davano e danno un valore a delle persone, gli lasciavano qualcosa e questo le ha portate a seguirci per avere nuovi contenuti.

Hanno iniziato così a vedere sempre più nostri contenuti, ognuno dei quali gli lasciava qualcosa.

Hanno scritto dei commenti, ci hanno fatto delle domande in direct, trovando sempre delle risposte esaustive e gentili.

Contenuto dopo contenuto, messaggio dopo messaggio, si è iniziata a creare una relazione tra quelle persone e il nostro brand.

A cosa porta tutto ciò?

Alla fiducia.

Siamo stati sempre trasparenti, genuini e generosi nei confronti della nostra community.

La fiducia si trasforma così nella tanto temuta parola “influenza”.

Se domani decidiamo di consigliare un tool utile per fare social media marketing nelle nostre stories, stiamo avendo un’influenza sulle persone che ci seguono che, fidandosi di noi, andranno a iscriversi e inizieranno ad utilizzare quello strumento.

Se quel tool ci ha pagato per pubblicizzarlo nelle stories, stiamo facendo un’attività di influencer marketing.

Potremmo parlare per ore di come fare influencer marketing fatto bene (ovvero sponsorizzando soltanto prodotti o servizi in cui crediamo fermamente e, di conseguenza, senza tradire la fiducia delle persone che ci seguono), ma non è lo scopo di questo articolo.

Andiamo avanti…

Quindi, quanti follower servono per diventare influencer?

Eccoci finalmente qui al nucleo centrale di questo articolo.

Rispondiamo a una delle domande che sicuramente una volta ti sarai posto.

Ovviamente, come spero avrai intuito dal resto dell’articolo, non esiste una risposta.

Non è importante il numero di follower che si hanno sul proprio profilo, quanto il numero di persone che ci seguono in modo coinvolto e che hanno fiducia in noi.

Se abbiamo un profilo con 10.000 follower, ma sono tutti acquistati o non abbiamo una relazione con loro, non siamo influencer.

Se abbiamo un profilo di 1.000 follower e sono tutte persone estremamente in target, che hanno fiducia in noi e interagiscono con i nostri contenuti, se abbiamo un’influenza su queste persone, allora siamo influencer.

Le parole chiave sono dunque:

  • Persone;
  • Fiducia;
  • Influenza.

Non follower, numeri o like.

Ricordatelo sempre, perché questo è l’unico modo esistente per diventare influencer su Instagram o su qualsiasi altra piattaforma social. 

Conclusioni

Spero che questo articolo ti sia piaciuto e ti sia stato utile per capire quanti followers servono per diventare veramente un influencer su Instagram.

Ricordati che se vuoi comprendere e sfruttare il digital marketing puoi seguire Digital flow su Instagram, dove pubblichiamo contenuti utili per chi vuole conoscere meglio questo mondo.

Ti consiglio inoltre di iscriverti alla newsletter, in questo modo riceverai un avviso ogni volta che uscirà un nuovo articolo sul blog e riceverai dei contenuti esclusivi, ovviamente a tema digital marketing.

In questo articolo ti ho parlato della quantità di follower necessari per diventare un influencer su Instagram, a presto e ricorda…

Comprendi e sfrutta il digital marketing.

Oppure rimani succube del suo potere e accettane le conseguenze.

Condividi l'articolo

Iscriviti alla Newsletter

Se vuoi ricevere aggiornamenti sul mondo di Digital flow e affini, iscriviti alla newsletter.

Niente spam, lo odiamo quanto te. 

Articoli correlati

Vuoi scoprire tutti i nostri articoli?

Guida Instagram "Profilo efficace"

É finalmente disponibile la nostra guida: