7 consigli per creare una community su Instagram

Creare una community è l’unico vero obiettivo finale che deve porsi chi inizia ad approcciarsi ad Instagram, non mi stancherò mai di ripeterlo.

Certamente non l’unico aspetto a cui si deve pensare quando si comunica su Instagram, ma è sicuramente uno dei più importanti, l’obiettivo finale a cui puntare.

Se vuoi approfondire quelli che secondo me sono i pilastri per crescere in modo efficace su Instagram, ti consiglio di leggere questo articolo.

L’importanza della community

Faccio piccola ma doverosa precisazione, nel caso sia uno dei primi articoli di Digital flow che leggi e ancora non conosci il mio pensiero.

Credo che l’errore più grande che si faccia quando si parla di crescere su Instagram sia il pensare soltanto all’acquisire nuovi followers.

Aumentare quel numero dei followers sul proprio profilo è spesso un ossessione più che un vero obiettivo.

Ma la verità è che con i freddi numeri non si ottiene nulla.

Non si diventa nemmeno influencer con i soli followers (ci ho scritto un articolo apposito, che trovi qui).

Il punto è che quelli non sono numeri, ma persone.

Persone tutte diverse, con interessi, persone e caratteristiche diversi.

Dobbiamo quindi puntare non tanto ad aumentare il numero di followers, quanto a creare una relazione forte con le persone che ci seguono, dargli valore attraverso i nostri contenuti e creare un rapporto con loro.

Questo significa appunto creare una community, che è il vero e unico grande obiettivo che ci si dovrebbe porre su Instagram.

Bene, detto questo direi di iniziare a vedere i 7 consigli per creare una community su Instagram.

Sfrutta le stories

Le storie sono lo strumento di fidelizzazione del pubblico per eccellenza che abbiamo a disposizione su Instagram.

Infatti con le stories raggiungiamo il pubblico che ha già scelto di seguirci e che quindi già ci conosce, ma con cui magari non abbiamo ancora stretto una grande relazione.

Le stories sono uno strumento molto diretto e percepito come “intimo” che può esserci molto utile proprio per creare e rafforzare questo legame con gli utenti.

Insomma, se il tuo obiettivo è quello di creare una community su Instagram, non puoi non includere le storie all’interno del tuo piano editoriale.

Pubblicare le stories quotidianamente è un aspetto fondamentale, ma è anche importante che più persone possibili vedano ogni storia. A tal proposito ti rimando a questo articolo sul blog che racchiudere anche degli utili consigli su come aumentare le visualizzazioni delle storie su Instagram.

Post di nicchia

Chi ha un profilo Instagram con già una base di persone che lo seguono lo sa bene.

Ci sono dei post che esplodono, vanno molto meglio rispetto alla media e portano la maggior parte dei risultati di un profilo.

Sono post virali, che spesso vanno a toccare un tema generale e molto ampio e che dunque intercettano l’interesse di una grande fetta di pubblico.

La conseguenza è appunto quella di un gran numero di interazioni.

Ci sono poi una serie di post più di nicchia, ovvero che trattano argomenti molto specifici, che già in partenza sappiamo che non otterranno quel grande numero di interazioni invece.

Dobbiamo quindi non pubblicarli e concentrarci soltanto su quelli più virali?

Ovviamente no.

Le interazioni sono vanity metrics, così come lo è il numero dei followers che segue un certo profilo (come ti dicevo all’inizio di questo articolo).

Noi dobbiamo creare una relazione con le persone e pubblicare questo tipo di contenuti ci permette di intercettare delle persone in modo più specifico e diretto, rafforzando questa relazione.

Anche se si tratta di meno persone perchè trattiamo un argomento specifico non ha importanza, in questo caso è più importante la qualità che la quantità.

Ascoltare e conoscere la community

Questo è il punto più importante tra quelli presenti in questo articolo.

La community è composta di persone.

Per quanto possiamo essere bravi, i contenuti che andremo a creare saranno sempre la conseguenza del nostro pensiero, delle nostre idee e necessità.

Per questo è fondamentale immedesimarsi costantemente nelle persone che invece ci seguono, ma anche ascoltare le loro necessità, i feedback che ci danno sui contenuti che pubblichiamo.

Dobbiamo poi conoscerli, chiedergli cosa cercano, perchè ci seguono, cosa potremmo migliorare, cosa hanno necessità di capire meglio…

Come farlo?

Instagram ci mette a disposizione diversi strumenti per farlo, soprattutto nelle stories (quiz, sondaggi, barre di gradimento, ecc.), ma possiamo anche veicolare gli utenti verso dei tool esterni, come dei veri e propri sondaggi o delle landing page.

Esclusività per veri fan

All’interno di una community ci sarà sempre una fetta ristretta di persone che sono veramente fidelizzate e coinvolte.

Tanto da seguire ogni tuo contenuto e acquistare ogni tuo prodotto.

Queste persone vanno coltivate dandogli delle attenzioni particolari.

Potremmo quindi creare un luogo virtuale esclusivo, o meglio, aperto a chiunque della tua community voglia entrarci (e vedrai che entreranno e rimarranno soltanto i tuoi veri fans).

Qui possiamo dare del valore tramite dei contenuti esclusivi che non vengono pubblicati altrove e di conseguenza fidelizzare ulteriormente queste persone facendole sentire speciali.

Non importa cosa sia questo posto.

Potrebbe essere nelle storie degli amici stretti o un gruppo DM su Instagram o all’esterno su un canale Telegram o gruppo Facebook.

Pensaci e valuta se e come integrare questa strategia all’interno del tuo profilo Instagram e ti assicuro che ne vedrai i grandi benefici.

Crea delle abitudini

Le abitudini sono uno dei mezzi più potenti per crescere a livello personale e professionale.

Molto spesso ci tornano utili anche nel marketing e in questo caso per creare una community su Instagram.

Come?

Dobbiamo instaurare delle abitudini negli utenti, creare dei punti di riferimento che si ripetono periodicamente come dei format.

Dire che ogni lunedì uscirà un contenuto del “Format A” è potentissimo perchè ancora a livello di pensiero le persone alla vostra pagina Instagram e soprattutto porta le persone a tornare in autonomia sul nostro profilo per vedere nuovi contenuti.

Questa è una chiave veramente importante nell’ottica di educare l’algoritmo, che vedendo molte persone che periodicamente tornano sul nostro profilo, capirà che pubblichiamo contenuti interessanti e gli mostrerà i nostri prossimi contenuti al primo post.

Identità visiva riconoscibile

Questo è imprescindibile per comunicare su qualsiasi social network e in generale nella comunicazione di un brand.

Sul web siamo sottoposti ogni istante a tantissimi stimoli, informazioni e distrazioni diversi.

Per questo è fondamentale renderci riconoscibile, avere un’identità visiva chiara e che possa far capire in mezzo a un oceano di contenuti, che quelli siamo noi, quello è un nostro contenuto.

Il nostro sfondo blu ti dice qualcosa?

Questo è uno degli aspetti più sottovalutati ma fondamentali per farsi riconoscere dalle persone e creare una community su Instagram.

Frequenza di pubblicazione

Eccoci infine all’ultimo punto, ma non per importanza, per creare una community su Instagram.

Abbiamo parlato di riconoscibilità, ma l’altra faccia della stessa medaglia è la frequenza di pubblicazione.

Essere riconoscibili non basta se non lo siamo troppo frequentemente.

Dobbiamo renderci visibili ed essere presenti quanto più nella vita delle persone che ci seguono.

Questo possiamo farlo pubblicando più contenuti e più frequentemente.

Sparire per un mese senza pubblicare nemmeno un contenuto su Instagram non è una cosa buona ne per l’algoritmo, ne per creare una community.

Le persone, ancora di più nel mondo digitale in cui siamo bombardati da informazioni, si dimenticherà presto di noi.

Questa era una serie di 7 consigli per creare una community su Instagram.

Ricordati sempre il punto più importante, stai parlando a persone e non numeri, avere in mente questo mindset costantemente è il miglior consiglio che puoi seguire per creare una community su Instagram.

Conclusioni

Spero che questo articolo ti sia piaciuto e ti sia stato utile per capire come creare una community su Instagram.

Ricordati che se vuoi comprendere e sfruttare il digital marketing puoi seguire Digital flow su Instagram, dove pubblichiamo contenuti utili per chi vuole conoscere meglio questo mondo.

Ti consiglio inoltre di iscriverti alla newsletter, in questo modo riceverai un avviso ogni volta che uscirà un nuovo articolo sul blog e riceverai dei contenuti esclusivi, ovviamente a tema digital marketing.

In questo articolo ti ho parlato di alcuni consigli per creare una community su Instagram, a presto e ricorda…

Comprendi e sfrutta il digital marketing.

Oppure rimani succube del suo potere e accettane le conseguenze.

Leave a Reply

Guida in 7 punti sulla lead generation

Scarica gratuitamente la guida sui 7 punti fondamentali della lead generation.

Guida Instagram "Profilo efficace"

É finalmente disponibile la nostra guida: