Tool di grafica per principianti: quali sono i programmi più performanti?

Volete realizzare grafiche e immagini per i social network? La conoscenza di almeno un programma di grafica è un requisito fondamentale per potersi addentrare in questo mondo.

In questo articolo vi inizieremo a quelli che sono i migliori tool per principianti, in modo da approcciarsi a quella che è la nostra passione e che magari potrà trasformarsi in un vero e proprio lavoro in futuro.

Introduzione

Come abbiamo già affermato in precedenza, conoscere diversi programmi di grafica è essenziale per chi lavora nel mondo digitale, il tutto per creare illustrazioni o immagini in modo da personalizzare al meglio i nostri canali social e il nostro sito web.

Di seguito, sono riportati un discreto numero di programmi di grafica diversi fra loro: sono presenti programmi avanzati per professionisti, ma anche programmi destinati ad un pubblico meno esperto che comunque vuole personalizzare i propri progetti.

Quali sono i programmi per la grafica?

  • Adobe Photoshop: in primis troviamo sicuramente lui, uno dei software più celebri nel panorama del fotoritocco e del web design. All’inizio potrebbe sembrare complesso, ma con un po’ di pratica si rivela abbastanza intuitivo. La grossa barriera di questo prodotto è sicuramente il prezzo, in quanto non è possibile acquistarlo, ma bisogna pagare per una licenza in abbonamento al prezzo di 24,39 € al mese.
  • Adobe Illustrator: si tratta del secondo (ma non per importanza) servizio fornito da Adobe: Esso è un programma di grafica vettoriale che riesce a garantire un’elevata personalizzazione, specialmente in caso di illustrazioni.
  • Gimp: è un software gratuito considerato una validissima alternativa a Photoshop a costo zero. Dispone di funzionalità abbastanza semplici, caratterizzata da un’interfaccia a pannelli che facilita l’utilizzo. Potrebbe risultare complesso all’inizio, ma una volta superato lo scoglio iniziale, regalerà soddisfazioni inimmaginabili. Il programma risulta perfetto per quei professionisti che hanno un budget da investire limitato
  • Canva: risulta sicuramente essere il programma più conosciuto tra i non professionisti. Con i layout preimpostati di cui dispone, esso ci permette di creare immagini per social e molto altro. Perfetto per chi si occupa di content marketing e social media marketing. Per contro, alcuni template sono disponibili unicamente nella versione Pro.
  • Blender: si tratta del miglior programma gratuito per realizzare grafiche 3D grazie ad un’interfaccia personalizzabile. I tutorial online facilitano l’apprendimento di questo tool che si manifesta abbastanza complesso da utilizzare.
  • Sketch: è un’applicazione di grafica vettoriale disponibile solo per macOS. Essa è principalmente sviluppata per siti web e applicazioni mobili. Viene utilizzata anche per realizzare loghi o illustrazioni.
  • Inkscape: editor grafico vettoriale gratuito, presentato come un’ulteriore alternativa a Illustrator. Per poterlo utilizzare serve molta pratica, ma i risultati saranno eccelsi. Supporta tutti i tipi di formati, trasformando immagini in immagini vettoriali.
  • Crello: si tratta di un programma simile a Canva, composto da una vasta gamma di template per ogni esigenza. Con Crello si possono caricare foto, editarle con i 20.000 template disponibili e convertirle in qualsiasi formato. Purtroppo, molte risorse non sono incluse nella versione gratuita, non disponendo inoltre di tabelle o infografiche.
  • Snappa: ulteriore programma simile a Canva, aiuta a creare grafiche per ogni esigenza per chi non ha particolari competenze. Il piano free include moltissimi template (circa 6000) e milioni di foto e grafiche per realizzare i propri progetti. La versione gratuita consente di esportare fino a 3 grafiche al mese, non offre la possibilità di lavorare in team e dispone di un range limitato di formati per le foto.
  • Vectr: è un software di grafica vettoriale semplice da utilizzare. Funzione che merita una menzione, è la possibilità di inviare l’URL del proprio progetto ad altri utenti, per poter collaborare in tempo reale. Purtroppo, non gestisce bene le immagini, presentando diversi bug.

Quali programmi usare per creare loghi?

  • Creative Market: raccoglie un altissimo numero di template per realizzare qualsivoglia logo per ogni tipo di business. Esso è più un raccoglitore di template che poi dovranno essere successivamente modificati su Photoshop.
  • Looka: piattaforma di logo generation più utilizzata sul mercato: essa permette di creare loghi in pochissimi minuti. Il meccanismo di intelligenza artificiale ci mostrerà alcune risposte, per personalizzare il nostro logo, in base a domande a cui dovremo rispondere come nome del brand, colori preferiti e settore di competenza
  • Tailor Brands: alternativa a Looka, molto simile ma che potrebbe portare a risultati leggermente diversi. Anche in questo caso si riceveranno alcune domande, dopodiché il generatore provvederà a generare varie opzioni in base alle nostre esigenze.
  • Placeit: molto simile ai precedenti citati, esso permetto di realizzare il logo perfetto grazie ai numerosissimi template; bisognerà semplicemente inserire il nome e il settore del brand per poter ottenere un infinito numero di spunti personalizzabili.

Conclusioni

 

Grazie ai numerosissimi tool citati, abbiamo visto come esistano molteplici soluzioni per attuare i nostri progetti, sia che esse siano esigenze saltuarie o più serie.

Se l’argomento è stato di vostro interesse, vi invitiamo a visitare il seguente approfondimento: I migliori tool per chi lavora nel digital marketing.

 

Condividi l'articolo

Iscriviti alla Newsletter

Se vuoi ricevere aggiornamenti sul mondo di Digital flow e affini, iscriviti alla newsletter.

Niente spam, lo odiamo quanto te. 

Articoli correlati

Vuoi scoprire tutti i nostri articoli?

Guida Instagram "Profilo efficace"

É finalmente disponibile la nostra guida: