5 consigli per scegliere il dominio perfetto!

Cos’è il nome dominio

Il nome dominio indica la parte dell’indirizzo di un sito web, compresa tra “https” e l’estensione (.it, .com, .net. ecc).

Originariamente i siti web venivano identificati con gli indirizzi IP, ovvero stringhe di numeri, ma con il diffondersi di Internet, questo metodo di riconoscimento è diventato insostenibile e i numeri sono stati sostituiti dalle parole, decisamente più facili da ricordare e in grado di suggerire il tipo di argomento/servizio offerto dal sito web.

Scegliere il nome dominio è un’operazione che coinvolge tutto il team che sta dietro la creazione del sito web: il nome dominio, infatti, corrisponde con l’indirizzo del sito e definisce l’identità del tuo business sul web. Può veicolare i valori legati al brand o fornire informazioni relative alla tua attività e deve, ovviamente, generare traffico, attirando l’attenzione degli utenti che ricercano la categoria di prodotti/servizi che offri, facendoti spiccare in mezzo alla massa dei competitors.

 

5 consigli per scegliere il dominio perfetto:

Come già detto, ci sono molti aspetti da considerare nella registrazione del dominio. Ecco, dunque 5 utili consigli, facili da seguire, per guidarti al meglio nella scelta del dominio perfetto per il tuo sito web:

  1. Scegliere un nome facile da digitare: la semplicità è una scelta vincente, meglio optare per nomi corti, che si scrivono come si pronunciano. Meglio lasciar stare giochi di parole, abbreviazioni e gerghi. Così facendo eviterai  che l’utente atterri su un sito con un nome dominio simile e renderai l’indirizzo del tuo sito web più facile da memorizzare;
  2. Il nome dominio deve corrispondere al nome del brand: se stai promuovendo un brand, fai in modo che il dominio corrisponda al nome del tuo brand. Sarà più facile identificare il tuo sito e associarlo alla tua attività;
  3. Usa keyword: se invece sei un professionista che vuole promuovere i propri servizi, utilizza come nome  dominio le keyword che l’utente userà per effettuare la ricerca di quello specifico servizio. Se, ad esempio, sei un dentista che opera a Palermo, un buon indirizzo potrebbe essere “dentistapalermo.it”, che include sia il tuo business che l’are di riferimento, cioè la città in operi;
  4. Controllare le estensioni: internet ormai è una piazza affollatissima ed è facile incorrere in omonimie. Una volta scelto il nome dominio (“dentistapalermo”), e aver selezionato l’estensione (.it), verifica che il dominio sia libero da altre estensioni (.com, .net. org…) per evitare “doppioni” che rischierebbero di creare confusione e di regalare traffico e clienti alla concorrenza;
  5. Evitare numeri e segni: numeri e segni possono creare molti fraintendimenti e l’utente, ad esempio, potrebbe scrivere per esteso il numero che invece, nell’indirizzo del tuo sito, è riportato come cifra. Stesso discorso vale per i segni, in particolar modo per i trattini! Il consiglio, quindi, è sempre quello di optare per un nome dominio facilmente comprensibile, riducendo al minimo le possibilità di errore.

Generatore di nomi dominio

Se nonostante i nostri consigli hai paura di creare un dominio non adatto, non temere! Esistono infatti numerosi generatore di nomi per siti, in grado di offrirti alcune opzioni tra cui scegliere. Di seguito i 3 tool dei più usati:

  1. DomainWheel: facile da usare, ti basterà inserire una keyword per ottenere una serie di validi suggerimenti;

  2. NameMesh: indicando una parola chiave il sito genererà una serie di nomi dominio corti e in ottica SEO;

  3. Bust a Name: digita una parola, scegli l’estensioni e primi “Go” per ottenere velocemente un elenco di nomi dominio creativi;

Come scegliere l’estensione del dominio?

Le estensioni sono i suffissi presenti nella parte finale dell’indirizzo del sito web. Esistono diverse estensioni con usi specifici, è quindi importante individuare quella più adatta alle tue necessità. Vediamone alcune:

  • .com: abbreviazione di “commerciale”, è l’estensione più diffusa e più difficile da trovare “libera”;
  • .info: estensione utilizzata per i siti di informazione;
  • .it: è l’estensione ufficiale in Italia, da utilizzare quindi se la tua attività si trova in Itala (per la Francia utilizza il .fr, per la Spagna .es e così via)
  • .co: è l’abbreviazione di “compagnia”, “commercio” e “comunità”;
  • .net: tipicamente utilizzata per i siti tecnici o di  infrastrutture elettroniche;
  • .org: è l’estensione delle organizzazioni non commerciali e no-profit;
  • .biz: abbreviazione di business indica siti “commerciali”, come gli e-commerce;
  • .me: estensione utilizzata per i blog e le pagine personali.

 

Conclusioni

Spero che questo articolo ti sia piaciuto e ti sia stato utile .

Ricordati che se vuoi comprendere e sfruttare il digital marketing puoi seguire Digital flow su Instagram, dove pubblichiamo contenuti utili per chi vuole conoscere meglio questo mondo.

Ti consiglio inoltre di iscriverti alla newsletter, in questo modo riceverai un avviso ogni volta che uscirà un nuovo articolo sul blog e riceverai dei contenuti esclusivi, ovviamente a tema digital marketing.

A presto e ricorda…

Comprendi e sfrutta il digital marketing.

Oppure rimani succube del suo potere e accettane le conseguenze.

kw secondarie:
generatore di nomi per siti

nomi siti web liberi

creare nome dominio

domande frequenti:
dove si trova il nome del dominio di un sito web?

Leave a Reply

"Orientarsi nel digitale" ora disponibile!

La guida che ti mostra come trovare la tua strada ed entrare nel mondo professionale digitale

Guida Instagram "Profilo efficace"

É finalmente disponibile la nostra guida: