Above the fold: cos’è e come renderla efficace

Se ti occupi di marketing sicuramente ha sentito nominare la parola “above the fold”.

Questo è normale, visto che questo termine sta ad indicare la parte più importante di uno degli elementi più importanti del digital marketing, ovvero la landing page.

Ma andiamo a vedere più nel dettaglio di cosa si tratta.

Cos’è la sezione Above the fold

Con il termine “Above the fold”, letteralmente traducibile in “sopra la piega”, si va ad indicare quella sezione della landing page visibile dall’utente prima di scrollare verso il basso.

Il nome riprende un termine utilizzato nella carta stampata, con cui si intende un riferimento al posizionamento di contenuti che, in un quotidiano, sono immediatamente visibili senza che l’utente debba aprire il giornale (normalmente piegato quando lo si acquista).

Lo stesso concetto viene applicata al web, in cui la piega diventa la parte inferiore della pagina web visibile appena ci si atterra, senza scrollare verso il basso.

Ancora una volta, nel digital marketing ritroviamo concetti propri del marketing tradizionale e che vengono amplificati dall’innovazione tecnologica.

L’importanza della sezione Above the fold

La landing page è soltanto uno dei tanti tasselli di cui è composto un funnel di marketing.

Le persone atterrano su una landing page solitamente dopo aver cliccato su un annuncio pubblicitario sui social, o comunque un contenuto che ha catturato l’interesse degli utenti al punto tale da portarli a compiere un’azione, ovvero quella di cliccare su un link per scoprire di più.

In quel momento, quando atterra sulla nostra landing page. dobbiamo riuscire, in pochissimi istanti a convincerlo nuovamente che si trova nel posto giusto e a compiere la prima azione, ovvero quella di scrollare per scoprire tutti i contenuti della landing page, che se efficaci lo porteranno a compiere l’azione di conversione.

Tutto questo è possibile soltanto se riusciremo a convincere l’utente a leggere l’intera landing page, questo riusciremo a farlo soltanto convincendolo tramite una sezione above the fold efficace.

Caratteristiche per una sezione Above the fold efficace

A questo punto ti starai chiedendo come si realizza una sezione above the fold efficace.
Ecco, ci sono alcuni elementi che devono essere presenti per renderla efficace, andiamo a vederli più nel dettaglio:

  • Titolo persuasivo: dobbiamo inserire un titolo di impatto, che faccia capire esattamente all’utente il focus principale della landing page, deve capire di trovarsi nel posto giusto per lui.
  • Payoff: il payoff, ovvero la parte immediatamente sotto al titolo principale, deve riuscire a rafforzarne il valore, dando delle informazioni in più e fugando eventuali obiezioni che l’utente potrebbe avere sul contenuto della landing page, esplicato dal titolo.
  • Call to action: dobbiamo inserire già in questa sezione un pulsante di call to action, ad esempio un “compra ora”, in modo che l’utente già convinto dalle informazioni presenti nella sezione above the fold, abbia modo di effettuare già l’azione di conversione, senza dovergli far perdere tempo a cercare il pulsante per compierla, rischiando di spazientirlo e perderlo. Ricordiamoci che, soprattutto online, nessuno ha tempo da perdere.
  • Coerenza: questo aspetto è tanto importante quanto sottovalutato, se all’interno dell’annuncio pubblicitario o del contenuto che rimanda a questa landing page utilizziamo una determinata immagine e visual identity, dobbiamo utilizzarle allo stesso modo nella sezione above the fold della nostra landing page. In questo modo l’utente non si sentirà spiazzato, ma anzi, capire subito di trovarsi nel posto giusto.
  • Benefici: inseriamo i benefici (non le caratteristiche, mi raccomando!), che l’utente otterrà effettuando l’azione di conversione (ad esempio scaricando l’ebook gratuito o comprando la guida). Inserisci 3-4 benefici chiave, in modo sintetico e diretto.
  • Responsive: tutto questo che ci siamo detti deve essere responsive, ovvero deve essere nella sezione above the fold sia da web, che da tablet che da mobile, altrimenti perdiamo la forza di questi elementi.

In linea generale dobbiamo inserire nella sezione above the fold tutti gli elementi necessari all’utente per compiere l’azione di conversione per cui la landing page è nata.

Esempio di sezione Above the fold efficace

Lungi da me auto complimentarmi con noi stessi, ma se vuoi vedere un buon esempio di quanto descritto in questo articolo, ti invito a dare un’occhiata alla sezione above the fold della landing page di vendita della nostra guida Instagram “Profilo efficace”.

La puoi trovare qui: https://digitalflow.it/guida-instagram-profilo-efficace/
Spesso vedere messe in pratica delle nozioni teoriche è il miglior modo per comprenderle e farle proprie.

Conclusioni

Spero che questo articolo ti sia piaciuto e ti sia stato utile per capire cos’è la sezione above the fold di una landing page e come realizzarne una efficace.

Ricordati che se vuoi comprendere e sfruttare il digital marketing puoi seguire Digital flow su Instagram, dove pubblichiamo contenuti utili per chi vuole conoscere meglio questo mondo.

Ti consiglio inoltre di iscriverti alla newsletter, in questo modo riceverai un avviso ogni volta che uscirà un nuovo articolo sul blog e riceverai dei contenuti esclusivi, ovviamente a tema digital marketing.

In questo articolo ti ho parlato della strategia marketing di Apple per abbattere le barriere all’acquisto, a presto e ricorda…
Comprendi e sfrutta il digital marketing.

Oppure rimani succube del suo potere e accettane le conseguenze.

Leave a Reply

Guida in 7 punti sulla lead generation

Scarica gratuitamente la guida sui 7 punti fondamentali della lead generation.

Guida Instagram "Profilo efficace"

É finalmente disponibile la nostra guida: