Come usare al meglio LinkedIn

Ci viene chiesto spesso su Digital flow come usare al meglio LinkedIn.

Questo perché LinkedIn è il social network forse più sottovalutato tra quelli più importanti.

La verità è che la maggior parte delle persone, anche interne al settore del digital marketing, non ne comprende bene l’utilizzo e, sopratutto, come potrebbe sfruttarlo all’interno della propria strategia.

Proprio per questo ho realizzato questo articolo in cui cercherò di spiegarti a cosa serve e come usare al meglio LinkedIn.

Ci vediamo in fondo!

Come usare al meglio LinkedIn?

So a cosa stai pensando, ma già ti dico che non è così.

LinkedIn non è un luogo in cui inserire il proprio curriculum per trovare un lavoro.

Per questo esistono tante altre piattaforme di ricerca lavoro…

LinkedIn è un social network in cui comunicare le proprie competenze professionali e, spesso, attrarre lavoro.

Già, attrarre attraverso i contenuti, dimostrando le proprie competenze e trasmettendo valore.

Ma non solo…

Andiamo a vedere alcune delle preziosissime cose che possiamo fare su LinkedIn.

  • Attrarre lavoro: su LinkedIn tendenzialmente non si cerca lavoro, ma, come detto, lo si attrae tramite i propri contenuti.
  • Creare un network: possiamo circondarci di persone che si occupano del nostro stesso settore e fare networking per crescere insieme.
  • Stringere relazioni: possiamo, di conseguenza, creare delle relazioni professionali con queste persone, stringere collaborazioni e partnership.
  • Ricercare collaboratori: sì, LinkedIn è anche un luogo dove le aziende possono ricercare collaboratori, scegliendoli in base alle loro competenze reali.
  • Fare Personal Branding: per una persona tutto questo si riassume nel Personal Branding.
  • Comunicare un brand: per le aziende LinkedIn è un ottimo luogo in cui comunicare con i propri utenti e clienti.

Insomma, LinkedIn non va inteso come un luogo freddo in cui inserire il proprio curriculum e aspettare che le aziende ci contattino per offrirci un lavoro.

Va inteso, piuttosto, come una grande piazza in cui si incontrano professionisti di vario tipo e in cui possiamo scegliere i professionisti di cui circondarci, con cui iniziare una conversazione.

Tutto questo avviene grazie ai contenuti.

Il fatto che poi questo possa portare ad attrarre aziende interessate a diventare nostre clienti o ad assumerci, è soltanto una conseguenza.

I vantaggi di LinkedIn per il marketing

Ti ho parlato del fatto che LinkedIn è uno dei social network più sottovalutati tra quelli più famosi, sopratutto in Italia.

Tuttavia, è una delle piattaforme che in assoluto permette di crescere organicamente e, sopratutto, di creare un proprio personal brand.

Abbiamo detto che LinkedIn è un luogo in cui crescere e trasmettere il proprio valore e le proprie competenze attraverso i contenuti.

LinkedIn permette di farlo in modo molto efficace e massiccio, grazie a numerosi vantaggi che lo caratterizzano e che permettono a chiunque di partire da zero e, potenzialmente, farsi conoscere e avere successo su LinkedIn.

Andiamo, quindi, a osservare alcuni dei tanti vantaggi che cela LinkedIn dietro le quinte:

  • Crescita organica: LinkedIn dà ancora tantissima copertura organica ai contenuti, permettendo con un post di raggiungere un’alta percentuale dei propri collegamenti.
  • Vita dei contenuti: i contenuti hanno una vita molto lunga ed è possibile che un post riceva interazioni dopo settimane dalla pubblicazione.
  • Competitività: a livello competitivo, LinkedIn, in tantissimi settori in Italia, non è ancora saturo e si ha ancora la possibilità di iniziare da zero e ottenere dei risultati.
  • Autorevolezza: tramite alcuni strumenti, la piattaforma rende molto credibili i dati inseriti dai professionisti e, di conseguenza, chi ha competenze diventa autorevole.
  • Potenza delle interazioni: le interazioni su LinkedIn hanno un valore altissimo rispetto agli altri social. Quando consigliamo o commentiamo un post, una grande percentuale della nostra rete lo vedrà.
  • Qualità: di conseguenza, la qualità dei contenuti su LinkedIn viene particolarmente premiata. Bastano poche interazioni per innescare un effetto a catena ed entrare in circolo virtuoso per diventare virale.

Insomma, LinkedIn al momento è ancora una miniera d’oro.

Si differenzia dai social network più blasonati come Instagram e Facebook sopratutto in quanto a saturazione e competitività.

Non ti sto certo dicendo che LinkedIn sia migliore degli altri social network…

Semplicemente, si tratta di un mezzo diverso, ma che ad oggi (e si spera a lungo), permette a privati e aziende di perseguire i loro scopi.

I tre pilastri per crescere su LinkedIn

Abbiamo parlato di opportunità, visto i vantaggi e le caratteristiche di questa piattaforma e capito che vale la pena iniziare ad investire il proprio tempo su LinkedIn, in particolar modo per creare un proprio Personal Brand (a proposito, qual è la ricetta per un personal branding vincente su LinkedIn?)

Ma come si cresce su LinkedIn?

Come per ogni piattaforma, si può fare in modo sano, magari più lentamente ma con maggiore qualità, e in modo scorretto, cercando delle scorciatoie per rincorrere una finta ed illusoria crescita.

Ovviamente ci concentreremo sul primo aspetto.

Ecco i tre pilastri da sviluppare e su cui concentrarsi per crescere su LinkedIn:

Profilo: questo non è il nostro curriculum, ma è una landing page che ci rappresenta.

Dobbiamo sfruttare il profilo per raccontare le nostre esperienze, competenze, corsi effettuati e le segnalazioni di chi ha lavorato con noi. Possiamo raccontare quello di cui ci occupiamo e cosa possiamo fare per il nostro target.

Network: la rete di persone di cui ci circondiamo costituisce il cuore di LinkedIn.

Dobbiamo collegarci con le persone giuste e che possano portarci un valore e a cui noi possiamo portare un valore. Ha poco senso aggiungere nei collegamenti chiunque, fallo soltanto con persone realmente in target.

Contenuti: ovviamente, come per ogni social network, l’aspetto fondamentale sono i contenuti.

Pubblica post di valore, che trasmettano le tue competenze professionali ed evita di pubblicare post di carattere personale come le foto delle vacanze;

per quelli ci sono social più adatti.

Ottimizza il tuo profilo, circondati di persone di qualità e in target e dai loro un valore trasmettendo le tue competenze attraverso i contenuti.

Questo è l’unico modo per crescere in modo efficace su LinkedIn.

Conclusioni

Spero che questo articolo ti sia piaciuto e ti sia stato utile per capire come usare al meglio LinkedIn.

Ricordati che se vuoi comprendere e sfruttare il digital marketing puoi seguire Digital flow su Instagram, dove pubblichiamo contenuti utili per chi vuole conoscere meglio questo mondo.

Ti consiglio inoltre di iscriverti alla newsletter, in questo modo riceverai un avviso ogni volta che uscirà un nuovo articolo sul blog e riceverai dei contenuti esclusivi, ovviamente a tema digital marketing.

In questo articolo abbiamo parlato di come usare al meglio LinkedIn, per questo contenuto è tutto, a presto e ricorda…

Comprendi e sfrutta il digital marketing. Oppure rimani succube del suo potere e accettane le conseguenze.

Leave a Reply

Guida in 7 punti sulla lead generation

Scarica gratuitamente la guida sui 7 punti fondamentali della lead generation.

Guida Instagram "Profilo efficace"

É finalmente disponibile la nostra guida: