Cos’è la domanda latente e come stimolarla

Lo dico sempre:

quando si comunica online è fondamentale capire le persone e in quale punto del processo di acquisto esse si trovano.

Conoscere le diverse fasi del customer journey, d’altronde, serve proprio a questo.

Solitamente, quando si ha un prodotto, sul web si intercettano delle persone che hanno due tipologie di domande:

  • Domanda consapevole;
  • Domanda latente.

In questo articolo non ci concentreremo sulla domanda consapevole, bensì su quella latente.

Curioso di capire di cosa si tratta?

Cos’è la domanda latente?

Qundo si parla di domanda latente, si fa riferimento ad una persona che non sta esprimendo esplicitamente la necessità di acquistare il nostro prodotto o servizio, ma potrebbe averne bisogno.

E sappiamo che potrebbe averne bisogno perché rientra nel nostro pubblico target e perché, magari, riusciamo ad individuare alcuni segnali più o meno espliciti che ci fanno capire che il nostro prodotto potrebbe esserle utile.

Un esempio di domanda latente

Siamo una startup che ha creato un nuovo tipo di cibo per cani, che, grazie ad una ricetta molto particolare, conserva l’aspetto estetico dell’animale e lo mantiene sano, giovanile e forte.

Il nostro è un prodotto innovativo e non esistente in precedenza sul mercato, per cui nessuno ricercherà il nostro prodotto su Google.

Tuttavia, ci sono delle persone a cui potrebbe servire…

Dobbiamo soltanto intercettarle, provando, magari, a mostrare delle inserzioni pubblicitarie su Facebook Ads a delle persone che sappiamo avere dei cani e che dimostrano interesse per i concorsi di bellezza canini.

In questo modo, faremo la necessità di possedere il nostro prodotto.

In altri termini, stimoleremo la domanda latente.

Ma su cosa fare leva?

Per scoprirlo, continua a leggere…

Stimolare la domanda latente

Qui ci sono diversi fattori che entrano in gioco.

Infatti, non basta mostrare una volta un’inserzione pubblicitaria ad un pubblico in target per far nascere la necessità di acquistare il nostro prodotto.

Dovremmo, piuttosto, mostrargli una serie di contenuti di estremo valore, senza puntare subito a vendere qualcosa.

Dobbiamo far nascere la necessità di possedere il nostro prodotto.

Soltanto successivamente potremo spingere all’acquisto.

Solitamente, queste sono le fasi fondamentali per stimolare la domanda latente:

  • Scoperta: in primo luogo, ovviamente, devi far conoscere il tuo prodotto al tuo pubblico target. Devi far sapere che esiste questa tipologia di prodotto.
  • Vantaggi: ora che il tuo target sa della tua esistenza, devi raccontargli qualcosa di più, spiegargli caratteristiche e, sopratutto, vantaggi del tuo prodotto, sempre senza forzare la vendita.
  • Necessità: arriva poi il punto fondamentale. In questa fase, devi far percepire il tuo prodotto come fondamentale e come la soluzione ai problemi delle persone in target.
  • Acquisto: se hai lavorato bene nei punti precedenti, in questa fase dovrai dare soltanto l’ultima spintarella, portare i tuoi utenti ad acquistare, invogliando magari tramite un’offerta a tempo limitato.

Insomma, stimolare la domanda latente è un processo che può durare anche giorni, ma è fondamentale, sopratutto nel caso in cui stai vendendo un prodotto innovativo di cui il tuo target non conosce l’esistenza.

Conclusioni

Spero che questo articolo ti sia piaciuto e ti sia stato utile per capire cos’è la domanda latente e come stimolarla.

Ricordati che se vuoi comprendere e sfruttare il digital marketing puoi seguire Digital flow su Instagram, dove pubblichiamo contenuti utili per chi vuole conoscere meglio questo mondo.

Ti consiglio inoltre di iscriverti alla newsletter, in questo modo riceverai un avviso ogni volta che uscirà un nuovo articolo sul blog e riceverai dei contenuti esclusivi, ovviamente a tema digital marketing.

In questo articolo ti ho spiegato cos’è la domanda latente e come stimolarla, per questo contenuto è tutto, a presto e ricorda…

Comprendi e sfrutta il digital marketing.

Oppure rimani succube del suo potere e accettane le conseguenze.

Leave a Reply

Guida in 7 punti sulla lead generation

Scarica gratuitamente la guida sui 7 punti fondamentali della lead generation.

Guida Instagram "Profilo efficace"

É finalmente disponibile la nostra guida: