Cos’è l’effetto priming e come usarlo nel marketing

Ci sono ricascato, eccomi di nuovo qui a parlarti di psicologia applicata al marketing.

Non è poi così strano in effetti, ricordiamoci che molti definiscono il marketing proprio come psicologia applicata.

D’altronde, il centro del marketing sono le persone e la psicologia è un mezzo molto potente per entrare in contatto con le persone.

Ma non divaghiamo.

In questo articolo voglio parlarti di effetto priming e di come poterlo sfruttare nel marketing.

Bene, iniziamo.

Cos’è l’effetto priming

L’effetto priming è quell’effetto psicologico che indica quando l’esposizione ad un determinato stimolo (definito appunto “prime”), influenza la percezione di uno o più stimoli successivi.

In pratica quando riceviamo uno stimolo “A”, successivamente reagiremo allo stimolo “B” (successivo), con un’azione che sarebbe stata diversa se fossimo stati raggiunti solamente dallo stimolo “B”, senza passare per “A”.

In pratica c’è uno stimolo esterno che innesca una reazione successiva (“prime” in inglese significa proprio “innescare”).

Lo so, ti si sta intrecciando il cervello.

Proviamo a semplificare facendo un esempio.

Esempi di effetto priming

Voglio farti capire cos’è l’effetto priming tramite un esempio estremamente pratico prova a guardare la seguente foto.

Mela Rossa Artificiale | Fior di Loto Riccione

Ora invece guarda questa:

Rosso-Frutto-Priming-Effect

Ora rispondi sinceramente, sono sicuro che non hai riempito le parole della seconda immagine pensando a parole come “RUSSO” o “FRITTO”, giusto?

Avrai molto più probabilmente pensato a “ROSSO” e “FRUTTO”.

Come mai?

Ovviamente perchè la prima immagine rappresenta una mela rossa, ma io non ti ho detto in nessun modo che queste due immagini erano correlate.

Se non ti avessi fatto vedere prima l’immagine della mela, avresti potuto associare chissà quali altre parole alla seconda immagine.

Ecco, questo esempio estremizzato credo renda bene l’idea di cos’è l’effetto priming.

Ti faccio un altro esempio.

In un esperimento sull’effetto priming, delle persone sono state divisi in due gruppi e sottoposti all’ascolto prolungato di due diversi sottofondi musicali.

Il primo gruppo ha ascoltato una musica cupa e triste, che richiamava emozioni di paura (le classiche intonazioni da film horror per intenderci).

Il secondo gruppo ha ascoltato una musica più allegra e spensierata.

Senza preavviso al termine dell’ascolto è stato proposto ai due gruppi di descrivere delle immagini di libera interpretazione (come un dinosauro, un coltello da cucina, una corda, ecc.)

Il risultato è che chi aveva ascoltato la prima musica di sottofondo ha dato delle descrizioni con una visione molto negativa delle immagini (ad esempio descrivendo il dinosauro come pauroso e mostruoso, la coorda come un mezzo per strangolare qualcuno e così via…), mentre il secondo gruppo ha dato una visione più positiva o comunque neutra alle immagini.

Capisci cos’è appena successo?

Si è attivato esattamente l’effetto priming di cui stiamo parlando, il primo stimolo (ovvero la musica), ha condizionato fortemente la valutazione circa il secondo stimolo proposto (ovvero le immagini).

Questo vuol dire che la percezione avuta sulle immagini è stata fortemente condizionata da quello che era successo poco prima.

Le diverse tipologie di stimoli

L’effetto priming può essere innescato in conseguenza di diverse tipologie di stimoli, principalmente:

  • Testo;
  • Immagini;
  • Colori;
  • Audio;
  • Video;

Mi sento di aggiungere che in generale l’effetto priming è in grado di essere innescato in conseguenza di qualsiasi stimolo capace di generare delle emozioni o comunque delle reazioni nelle persone.

Come sfruttare l’effetto priming nel marketing

In sostanza, l’effetto priming e costantemente presente nella nostra vita, soltanto che non ce ne rendiamo conto, ma incide costantemente sulla nostra percezione, valutazione, giudizio e comportamento.

E come ogni cosa che riesce a smuovere le persone senza che nemmeno se ne accorgano, può essere sfruttata (come sempre, eticamente!), nel marketing.

La verità è che l’effetto priming è costantemente presente nel marketing, soprattutto quando si parla di branding finalizzato alla costruzione di una brand identity.

Pensaci, pensa ad uno qualsiasi dei grandi brand mondiali come Apple, Nike, Coca-Cola o tanti altri.

Cosa ti viene in mente? Quali emozioni, sensazioni o valori?

Se ci pensi, tutto quello che pensiamo dei brand è una percezione che viene costruita nel tempo proprio sfruttando l’effetto priming.

Quando vediamo una pubblicità, che magari non ha nemmeno un prodotto ma racconta soltanto una storia (magari che sfrutta il marketing emozionale), proviamo delle emozioni (se è ben fatta), queste stesse emozioni condizioneranno la percezione che avremo quando saremo successivamente sottoposti a un secondo stimolo, come ad esempio quando vedremo una pubblicità di vendita di un prodotto di quel brand o passeremo davanti a un negozio.

In questo modo la percezione del prodotto viene veicolata tramite l’effetto priming e crea una sorta di circolo virtuoso che alimenta la percezione positiva del brand.

Se ci pensi, questo è quello che fanno i grandissimi brand del mondo quando fanno marketing.

Ed è esattamente effetto priming applicato al marketing.

Se ti interessano questi articoli di psicologia applicata al marketing ti consiglio di leggere anche: Cos’è l’effetto framing, psicologia applicata al marketingStrategie psicologiche di pricing efficaceEffetto ancoraggio, cos’è e come sfruttarlo nel marketing 6 tips psicologici per crescere su Instagram.

Conclusioni

Spero che questo articolo ti sia piaciuto e ti sia stato utile per comprendere cos’è l’effetto priming e come sfruttarlo nel marketing.

Ricordati che se vuoi comprendere e sfruttare il digital marketing puoi seguire Digital flow su Instagram, dove pubblichiamo contenuti utili per chi vuole conoscere meglio questo mondo.

Ti consiglio inoltre di iscriverti alla newsletter, in questo modo riceverai un avviso ogni volta che uscirà un nuovo articolo sul blog e riceverai dei contenuti esclusivi, ovviamente a tema digital marketing.

In questo articolo ti ho parlato di cos’è l’effetto priming, a presto e ricorda…

Comprendi e sfrutta il digital marketing.

Oppure rimani succube del suo potere e accettane le conseguenze.

Leave a Reply

Guida in 7 punti sulla lead generation

Scarica gratuitamente la guida sui 7 punti fondamentali della lead generation.

Guida Instagram "Profilo efficace"

É finalmente disponibile la nostra guida: