Come diventare social media manager nel 2020

Il social media marketing è diventato un argomento molto comune soprattutto grazie al successo dei social network, che nell’ultimo decennio hanno praticamente conquistato ogni ambito della nostra vita.

Ma i social network cambiano, si evolvono, alcuni scompaiono e ne nascono altri. Il social media manager non può farsi trovare impreparato, le persone sono sempre più consapevoli del funzionamento dei social e sono attente ad affidare la gestione dei propri account a dei veri esperti.

Come diventare social media manager nel 2020? Quali competenze è necessario avere?

Cos’è il social media marketing

Il Social Media Marketing è un ramo del Digital Marketing dedicato alla visibilità di un brand o di un’azienda sui i social network. In quanto attività di marketing è di fondamentale importanza avere un obiettivo chiaro e definire una strategia.

Tipici obiettivi del social media marketing possono essere la brand awareness, la lead generation, il lancio di un nuovo prodotto o servizio. Attraverso i social infatti è possibile aumentare la notorietà del brand, acquisire nuovi clienti e vendere i propri prodotti o servizi.

Il social media marketing affianca e supporta ogni aspetto di una strategia digital ed è particolarmente apprezzato da numerose aziende per i servizi di customer care e customer retention. Insomma se si vuole mantenere un rapporto costante con i propri clienti essere presenti sui social network è necessario.

Diverso dal social media marketing è il social media management. Quest’ultimo si riferisce all’attività di gestione operativa dei profili social. Comprende la creazione del contenuto e la sua pubblicazione, oltre alla gestione delle interazioni con gli utenti.

Possiamo quindi dire che il social media management è parte del social media marketing, che in più prevede la gestione strategica della comunicazione e l’implementazione con gli altri canali di marketing.

Social media manager: il profilo dell’esperto di social

Alla luce di tutto questo è chiaro che il social media manager deve possedere competenze specifiche sui social network e conoscenze generali di digital marketing, comunicazione e altre discipline correlate. È sicuramente un’attività impegnativa che richiede elasticità mentale e capacità di sintesi considerevoli.

Generalmente il social media manager è un laureato in discipline Economiche e marketing o in Scienze della comunicazione, specializzato in digital marketing e social media.

Personalmente ho conosciuto professionisti che hanno sviluppato queste competenze solo con l’esperienza. Dopotutto i corsi di laurea dedicati al digital sono nati da qualche anno, solo dopo il successo dei social network. Quindi i primi esperti hanno dovuto imparare tutto sul campo.

Quali competenze deve possedere un social media manager

Il Social media manager deve essere in grado di scrivere un testo chiaro senza errori grammaticali. L’importanza del copy sui social network è fondamentale, può fare la differenza nel raggiungimento di un obiettivo, bisogna catturare l’attenzione dell’utente e tenere vivo l’interesse delle persone.

È fondamentale coinvolgere gli utenti e invogliarli a interagire con il brand. Inoltre eventuali errori grammaticali potrebbero danneggiare l’immagine dell’azienda.

L’altro elemento dei post è il contenuto multimediale. Il social media manager quindi deve saper creare immagini e video e utilizzare programmi di editing foto, video e di grafica. Esistono migliaia di risorse online o app per smartphone dedicati a questo. Se si ha la fortuna di lavorare con un grafico, un fotografo e un videomaker tanto di guadagnato.

A completare il giusto mix per il contenuto perfetto è la creatività. Come dicevamo prima, riuscire a coinvolgere gli utenti è sempre più difficile. La creatività dipende molto dal background culturale della persona, da ciò che studia, da ciò che legge, dalle persone che frequenta, dalla musica che ascolta.

In questo senso il social media manager deve essere una persona curiosa e intraprendente, per poter accedere a fonti d’ispirazione e di creatività illimitate.

È bene che sia sempre ben informato su ciò che accade nell’azienda e al di fuori di essa. Le pagine social di un brand devono dare messaggi chiari, realistici e possibilmente tempestivi.

Nel social media marketing rientrano anche attività di advertising, quindi il social media manager deve saper impostare un campagna sulle piattaforme di social ADS ed essere in grado di analizzare i dati, organici e delle campagne, per tradurli in azioni o modifiche strategiche.

Deve inoltre conoscere le logiche di funzionamento delle ADS sui motori di ricerca nonché delle piattaforme di marketing automation che molto spesso vengono integrate nelle campagne sui social network.

Per concludere il social media manager deve avere soprattutto ottime doti relazionali e molta pazienza per gestire gli utenti, soprattutto in caso di reclami.

È necessaria anche una certa conoscenza in materia di diritti d’immagine e d’autore per non incorrere in violazioni di copyright o altri diritti; nei corsi di laurea attuali sono già previsti dei percorsi dedicati.

Come diventare social media manager

Per diventare social media manager oggi le alternative sono diverse, dai corsi di laurea e master specializzanti delle università ai corsi online. Basta effettuare una semplice ricerca su Google e le opzioni sono infinite. Si può prendere spunto dalle recensioni o chiedere a qualcuno che ha già seguito uno di questi corsi.

Le università si stanno finalmente adeguando alla rivoluzione digitale, anche se un po’ in ritardo. Negli ultimi anni sono nati i primi corsi di laurea dedicati esclusivamente ai social network e i master specializzanti.

In ogni caso i social, e il digital in generale, cambiano così rapidamente che quello che si studia potrebbe essere diverso appena una settimana dopo (mi è capitato personalmente!). È necessario dunque avere una dinamicità mentale notevole per rimanere sempre al passo con le tendenze.

I social network nel 2020

Il 2020 sarà sicuramente l’anno di TikTok, il nuovo social network che sta spopolando soprattutto nelle fasce di età al di sotto dei 17-18 anni. Nonostante il suo algoritmo sia ancora in una fase di assestamento, TikTok è per ora il miglior social in termini di crescita.

Come fu per Instagram qualche anno fa, le potenzialità di crescita organica che offre sono elevatissime quindi consiglierei vivamente di iniziare a studiarlo o almeno di farci un po’ di pratica e vedere come si evolve.

Instagram è all’apice della sua notorietà con migliaia di macro e micro influencer che ne fanno da padroni. Si iniziano a intravedere i primi segni di saturazione della reach organica? Io continuo a vedere dei buoni risultati con strategie comunicative intelligenti e coerenti, ma la concorrenza è tanta e l’algoritmo si sta già adeguando.

Per quanto riguarda Facebook ormai le coperture organiche sono state ridotte tantissimo già da qualche anno e si è notato anche un leggero aumento dei prezzi delle sponsorizzate, sintomo che sempre più aziende si dedicano al social ADS e la concorrenza aumenta anche per le inserzioni.

Un social, se così potremmo chiamarlo, che sembra non tramontare mai è Youtube, con il suo 88% di utenti attivi tra i 16 e i 64 anni, secondo il report “Digital 2020” di Wearesocial e Hootsuite. Mentre tra le app di messaggistica, Whatsapp è l’unica che, in termini di utenti (83%), si posiziona sopra Facebook (80%) e Instagram (64%).

Conclusioni

Il social media marketing è un’attività interessante, alquanto impegnativa a volte, soprattutto per gestire le esigenze dei clienti e degli utenti contemporaneamente.

La maggior parte delle volte però regala tante soddisfazioni e permette di vivere esperienze che diversamente non si vivrebbero.

Quindi per chi vuole diventare un esperto in social media il mio consiglio è di iniziare ad acquisire le giuste competenze e nel frattempo, iniziare a metterle in pratica. Magari creando una pagina dedicata ad un hobby, fortunatamente è gratis quindi perché non provare?

Spero che questo articolo ti sia piaciuto e ti sia stato utile a capire come diventare social media manager.

Ricordati che se vuoi comprendere e sfruttare il digital marketing puoi seguire Digital flow su Instagram, dove pubblico contenuti utili per chi vuole conoscere meglio questo mondo.

Ti consiglio inoltre di iscriverti alla newsletter, in questo modo riceverai un avviso ogni volta che uscirà un nuovo articolo sul blog e riceverai dei contenuti esclusivi, ovviamente a tema digital marketing.

In questo articolo abbiam ovisto come diventare social media manager.

Comprendi e sfrutta il digital marketing. Oppure rimani succube del suo potere e accettane le conseguenze.

Leave a Reply

Guida Instagram "Profilo efficace"

É finalmente disponibile la nostra guida: